Bimbo di 10 mesi morto a Siena, aperta inchiesta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:38

Ancora un bimbo morto in una corsia di ospedale. La Procura di Siena ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo dopo la denuncia presentata ai carabinieri dai genitori del bambino di 10 mesi deceduto nell'ospedale cittadino. Al momento il fascicolo è stato aperto contro ignoti. Gli inquirenti hanno disposto il sequestro della salma e della cartella clinica. Il piccolo era ricoverato al policlinico Santa Maria alle Scotte. Il bimbo si trovava nella struttura da domenica 26 maggio, quando era stato accompagnato dai genitori per per problematiche gastrointestinali. Però dopo qualche ora di osservazione sotto controllo pediatrico era stato dimesso in seguito al miglioramento delle sue condizioni. A nulla è servito il secondo ricovero del piccolo presso l'ospedale, dove è deceduto lo scorso mercoledì.

Le parole del direttore generale della struttura ospedaliera

“Il bimbo è stato preso in cura prontamente nell'ambito del percorso pediatrico – spiega il direttore generale Valtere Giovannini -; la situazione clinica è purtroppo peggiorata nel corso delle ore successive e, nonostante le procedure di emergenza attivate, il bambino è deceduto”. Il bambino, spiega ancora, “era da tempo in cura presso l'ospedale” e “abbiamo subito studiato e valutato il percorso sanitario del bambino, esprimendo ai genitori l'intenzione di richiedere un riscontro diagnostico ed effettuando un audit a cui hanno partecipato oltre 40 professionisti“. “Abbiamo fatto tutto il possibile in scienza e con amore per il bambino – aggiunge Giovannini -. Non è stato sufficiente ma l'Ospedale ha fatto tutto il possibile”.

Tragedia simile a Roma

Sempre mercoledì qualche chilometro più a sud si è verificato un dramma analogo. A Roma, presso l'asilo nido Pastrocchi e Scarabocchi di via della Marrana, all'Appio, un altro bambino di 10 mesi è deceduto. Dai primi accertamenti si ipotizza che siano state cause naturali a fermare la giovane vita. Anche in questo caso è stato aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio colposo

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.