Allerta da nord a sud, l'Italia frana

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:20

C'è un morto in provincia di Alessandria, una donna che si stava recando al lavoro ed è stata travolta dal fiume Bormida. La vittima di questa nuova ondata di maltempo è Rosanna Parodi, 52 anni. Il Bormida l'ha travolta a Sezzadio, 1.200 abitanti nella pianura di Alessandria, già colpita duramente dalle precipitazioni di inizio mese. Era ancora buio quando, spaventata dalla pioggia, è scesa dall'auto e si è incamminata verso la casa di riposo Fondazione e Soggiorno Santa Giustina, dove lavorava da 11 anni.

Massima prudenza

“Una persona preziosa, perbene, solare”, la descrive all’Ansa il direttore della casa di riposo, che parla di “una grossa perdita”. Con l'acqua ormai alle caviglie, la donna ha visto un'auto procedere lungo la provinciale 186, nonostante il divieto di circolazione e le transenne. I due occupanti, un uomo e una donna, si sono messi in salvo; lei è sprofondata nell'acqua e nel fango, dai quali è riemersa, morta, dopo diverse ore di ricerche. Il Piemonte torna così a piangere nei giorni in cui ricorre l'anniversario della grande alluvione che nel 1994 fece settanta morti. Si raccomanda la massima prudenza. “Non si ferma l’ondata di maltempo che nel fine settimana ha colpito l’Italia e causato danni, disagi e anche una vittima – riferisce Fanpage -. Mentre si inizia a fare la conta degli ingentissimi danni e a ripristinare la viabilità, per oggi il dipartimento di protezione civile ha diramato una allerta rossa su parte dell’Emilia, allerta arancione in 8 regioni e allerta gialla su gran parte dell’Italia”.

Altre criticità nelle aree già colpite

La violenta perturbazione che ha colpito il Paese nel corso del fine settimana infatti si farà sentire anche nelle prossime 24 ore con piogge e temporali che continueranno a imperversare  con il rischio di determinare ulteriori criticità idrogeologiche nelle aree già colpite. “Per oggi il dipartimento di protezione civile ha diramato una allerta rossa sulla pianura e bassa collina emiliana occidentale in Emilia-Romagna – evidenzia il giornale on line diretto da Francesco Piccinini -. Valutata inoltre allerta arancione in Abruzzo e Calabria, su gran parte di Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna e Marche, su settori di Lombardia e Puglia. Allerta gialla inoltre in Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Campania, Molise, Basilicata, su alcuni settori di Lombardia, Emilia-Romagna, Umbria, Sicilia, Sardegna e sui restanti territori di Piemonte, Veneto, Marche e Puglia. Per la giornata di oggi infatti sono attese ancora piogge e venti di burrasca e se la situazione va leggermente migliorando al nord,  nel corso del giorno, ad essere colpito sarò soprattutto il centro-sud”.

Voragine sull’autostrada

A causa dei danni già provocati dal maltempo ma anche dei possibili pericoli sono decine i comuni in tutta Italia che per la giornata di oggi hanno deciso di chiudere le scuole. Ad essere coinvolte soprattutto le scuole piemontesi e liguri. A Savona ad esempio chiuse tutte le scuole superiori di tutta la Provincia, decine gli istituti fermi invece tra Alessandria e Cuneo e Asti. In quest'ultima città la decisione è stata  assunta dal sindaco Maurizio Rasero ieri in serata dopo la notizia della voragine che si è aperta sull'autostrada Torino-Piacenza a pochi chilometri dalla barriera di Villanova d'Asti.

La conta dei danni

Intanto è il momento della conta dei danni per le aree pesantemente colpite dal maltempo nelle scorse ore, in particolare Piemonte e Liguria, dove sono crollati due tratti di autostrada e dove si è registrata anche una vittima. Priorità ora per tutti è ristabilire la viabilità stradale, fondamentale per alcune aree che altrimenti sarebbero isolate. Sulla A6 Torino-Savona resta interrotto il tratto tra Savona ed Altare nelle due direzioni per il crollo di una pila del viadotto “Madonna del Monte”, investita ieri pomeriggio da una frana. “La A5 Torino-Aosta invece è interrotta tra Ivrea e Pont St. Martin, con transito dei soli veicoli leggeri su viabilità alternativa mentre i mezzi pesanti provenienti da Francia, Svizzera e Piemonte sono deviati verso il tunnel del Frejus, in Valsusa- ricostruisce Fanpage-.Chiusa in entrambi i sensi di marcia infine anche la A21 Torino-Piacenza tra i caselli di Asti Ovest e Villanova d'Asti per una voragine che si è aperta ieri sera poco prima della barriera di Villanova in direzione Torino”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.