A Roma sfila l'Anpi, tafferugli a Milano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:13

Sono iniziati nelle principali città italiane i cortei da bollino rosso che vedono sfilare esponenti politici e della sinistra e della destra radicale. L'attenzione, dopo i recenti episodi di violenza politica, è massima e numerose strade e piazze sono presidiate dalle forze di polizia. 

Roma

La manifestazione più importante è sicuramente quella dell'Anpi a Roma. Centinaia di persone si sono riunite in piazza della Repubblica, hanno attraversato le vie del centro e sono giunte in piazza del Popolo. In prima fila campeggiava lo striscione “Mai più fascismi, mai più razzismi” tenuto da rappresentanti dell'Associazione nazionale partigiani e dei sindacati. Al corteo si sono uniti anche la presidente della Camera (e candidata con Liberi e Uguali), Laura Boldrini, Walter Veltroni, il ministro Maurizio MartinaPierluigi Bersani, Nicola Fratoianni e la leader della Cgil, Susanna Camusso. In piazza del Popolo alla sfilata si sono uniti anche Matteo Renzi Paolo Gentiloni. “E' molto importante essere qui – ha detto il premier – serve a rassicurare. Il messaggio è bellissimo, costituzionale. Anche in una giornata un po' piovosa l'impegno di tante persone da tanti parti d'Italia credo rassicuri”. Il segretario dem ha spiegato che la sua presenza dimostra l'impegno del Pd. “Ci siamo con tutte le nostre nostre rappresentazioni. Dobbiamo combattere tutti insieme contro la cultura della violenza“. Per il ministro Andrea Orlando, che ha parlato a margine della manifestazione, “non va sottovalutato il pericolo del fascismo che si presenta in forme anche nuove, è un pericolo in Italia e in Europa ed è un pericolo anche la sottovalutazione di questo fenomeno, una generale sottovalutazione del fatto che nelle parole si nascondono dei germi di violenza che poi passano ai fatti“. E se Boldrini ha auspicato lo scioglimento dei “gruppi che si ispirano al fascismo”, il presidente del Senato, Pietro Grasso ha spiegato che “si tratta di procedure che devono prendere il ministro degli Interni e gli organi competenti. Il giudizio politico è che, da parte nostra, tutte le forze razziste vanno considerate fasciste”. Più preoccupazioni destano i cortei di centri sociali e antagonisti nella Capitale, dove hanno sfilato anche i “No Vax” e Fratelli d'Italia. E proprio da uno dei leader di Fdi, Ignazio La Russa, è arrivato un duro attacco all'Anpi, definita “una foglia di fico della sinistra, una associazione che sfila con i centri sociali e che fa comodo solo per tenere alto il pericolo del fascismo, che però non c'è più da ben 72 anni“. 

Milano

Tensioni a Milano. Un gruppo di partecipanti a un presidio antifascista ha tentato di forzare un cordone di polizia al limitare di largo La Foppa per entrare in via Volta e dare vita ad un corteo. Ne è nato un tafferuglio, durante il quale la polizia ha messo in atto una carica di alleggerimento, che avrebbe causato alcuni contusi. Nel capoluogo lombardo è, intanto, partita la manifestazione di sostenitori della Lega che si concluderà in piazza del Duomo con un comizio del segretario Matteo Salvini. Da via Padova, una delle strade più multietniche di Milano, è invece partito il corteo di Fdi guidato da Giorgia Meloni. I partecipanti hanno srotolato una bandiera italiana di oltre 200 metri e hanno intonato il motto: “Riconquistiamo le nostre strade”. 

 

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.