Parolin e Delpini a confronto su Paolo VI

ULTIMO AGGIORNAMENTO 3:44

Aquarant'anni dalla morte di Papa Montini, l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano promuove una due giorni di incontri e riflessioni su Paolo VI. Un evento, quello promosso dalla Facoltà di Lettere e filosofia e dal Dipartimento di Storia, archeologia e storia dell’arte, organizzato mentre in Vaticano si prepara la sua canonizzazione, che Papa Francesco annuncerà nel prossimo Concistoro del 19 maggio. 

Il convegno

Al convegno storico, dal titolo “Paolo VI e il Vangelo nel mondo contemporaneo”, parteciperanno, tra gli altri, il segretario di Stato vaticano, card. Pietro Parolin, che parlerà del rapporto tra Vangelo, pace e diplomazia in questo pontefice, l’arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, Andrea Riccardi, presidente della Società Dante Alighieri, e mons. Pierangelo Sequeri, preside del Pontificio Istituto “Giovanni Paolo II” di Roma. Introdurrà i lavori il rettore dell’Ateneo, Franco Anelli. A parlare di Paolo VI anche Giorgio Del Zanna, storico della Cattolica, che tratterà il periodo dell’episcopato milanese (1955-1963), e Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio, che punterà l’attenzione sul profilo di Paolo VI “vescovo” di Roma. A introdurli il professor Agostino Giovagnoli, tra gli organizzatori dell'evento, secondo il quale “l’attualità di Paolo VI è oggi evidenziata dai richiami di Papa Francesco a questo suo predecessore fin dalla lettera programmatica Evangelii Gaudium. Il tema che più li unisce è l’evangelizzazione del mondo contemporaneo. Da quando Giovanni XXIII presentò il Concilio Vaticano II come una 'nuova Pentecoste' – afferma il docente -, la Chiesa cattolica ha preso sempre più coscienza di questa priorità che la spinge 'in uscita' e la proietta verso il confronto con uomini e donne del mondo contemporaneo”.

Gli altri interventi

Mons. Carlos Galli (Università Cattolica di Buenos Aires) parlerà del rapporto tra l’Evangelii Nuntiandi, l’America latina e il pontificato di Papa Bergoglio, mentre Gianni La Bella di Nord e Sud nella Populorum progressio. Sulle relazioni di Paolo VI con l’Europa orientale interverrà Roberto Morozzo della Rocca, con l’Africa Angelo Romano e con l’Asia Elisa Giunipero. Nel corso del convegno sarà affrontato anche il tema dell’evangelizzazione in Montini in rapporto alle grandi questioni dell’ecumenismo, di cui parlerà Angelo Maffeis, presidente della Fondazione Paolo VI, dell’Humanae Vitae, tema affidato a mons. Sequeri, dell’impegno politico dei cattolici discuterà Alfredo Canavero e dei poveri Matteo Mennini. A concludere le iniziative sarà una tavola rotonda dove si confronteranno tre biografi di Paolo VI: Andrea Tornielli, Fulvio De Giorgi, Giselda Adornato.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.