Sulle orme del Poverello nel terzo millennio globalizzato. L’Ordine francescano si rinnova

Ordine francescano secolare d’Italia: Luca Piras è il nuovo presidente, eletto il Consiglio nazionale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
Ordine

Si rinnova l’Ordine francescano secolare d’Italia (Ofs). Generalmente celebrato ogni tre anni, il Capitolo elettivo dell’Ofs si sarebbe dovuto tenere a maggio 2020. Ma è stato rinviato al 2021. A causa delle misure di contenimento del Covid-19.

Ordine
Affresco “San Francesco predica agli uccelli”, Giotto, Basilica Superiore, Assisi (particolare)

Ordine, incontro ad Assisi

E’ stato eletto il nuovo Consiglio nazionale dell’Ordine francescano secolare d’Italia. L’assemblea capitolare si è riunita ad Assisi. E ha scelto come guida della fraternità nazionale il presidente Luca Piras. Il vicepresidente Donato Mastrangelo. E i consiglieri Stefania Marinetti. Luigi Gravina. Sara Mentzel. Andrea Piccaluga. Cosimo Laudato. Luca Castiglioni. “Lo Spirito ci chiede di guardare lontano. A partire dall’attenzione di ogni singola persona. Mi auguro di esserne capace. Insieme al nuovo consiglio. Dove non saremo capaci noi interverrà la grazia del buon Dio”, afferma al Sir, Piras.

Ordine
La Basilica di Assisi

Ritorno in presenza

Piras, insieme a Donato Mastrangelo e Luigi Gravina, è al secondo mandato nel Consiglio nazionale. Hanno ricoperto, infatti, rispettivamente il ruolo di viceministro e consiglieri dal 2017 al 2020. La tre giorni di Assisi ha rappresentato anche un ritorno all’incontro in presenza. Dopo un anno vissuto a distanza: “Il capitolo è il momento in cui ci si ritrova. E finalmente possiamo farlo di persona. Per leggere i passi fatti. E scoprire insieme ciò che il Signore ha compiuto. Con noi. O nonostante noi”, ha detto il ministro uscente, Paola Braggion. Che ha poi aggiunto: “E’ l’occasione per accordare gli strumenti. Che siamo noi. Per poi far suonare musica al Compositore. Dio vuole scrivere un altro capitolo nella storia dell’Ordine francescano secolare d’Italia. In questa piccola porzione di Chiesa. Lasciamolo lavorare. E diamogli spazio”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.