Madonna di San Luca, oggi è l’ultimo giorno di permanenza a Bologna dell’immagine mariana

Celebrazione in cattedrale nel rispetto delle normative anti-Covid, trasmessa in streaming sul sito web dell’arcidiocesi di Bologna e sul canale YouTube di “12Porte”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00
Il card. di Bologna, mons. Matteo Maria Zuppi

Oggi, Ascensione del Signore, è una data speciale per la diocesi di Bologna. E’ l’ultimo giorno di permanenza in città dell’immagine della Madonna di San Luca. Stamattina alle 10.30 si è svolta la messa nella cattedrale di Bologna. A celebrarla è stato il cardinale Mauro Gambetti. Vicario generale per la Città del Vaticano. E arciprete della Basilica di San Pietro.  La celebrazione è avvenuta nel rispetto delle normative anti-Covid. Ed è stata trasmessa in streaming sul sito web dell’arcidiocesi. E sul canale YouTube di “12Porte”.Zuppi

Da Bologna al santuario

Sabato alle 11.30 il cardinale Matteo Zuppi ha presieduto la messa per gli operatori sanitari. La celebrazione officiata dall’arcivescovo di Bologna è stata trasmessa in streaming su www.chiesadibologna.it. Sul canale YouTube di “12Porte”. E su RadioNettuno-BolognaUno. Nel pomeriggio di oggi l’icona della Madonna di San Luca farà ritorno al santuario. Senza processioni. A bordo di un automezzo dei Vigili del Fuoco. Attraversando alcuni luoghi significativi della città.

Accoglienza

Durante il tragitto, riferisce il Sir, sarà possibile salutare l’Immagine al suo passaggio. Dalle finestre. O restando ai bordi delle strade. Nel rispetto delle distanze e delle misure di sicurezza anti-Covid. Il percorso della risalita toccherà ambienti e luoghi significativi di questo anno vissuto nella pandemia. Fra cui luoghi di sofferenza. Accoglienza. Cura. Cultura. Educazione. Lavoro. Sarà trasmesso in diretta da E’Tv-Rete7 (canale 10 del digitale terrestre). E  si concluderà on l’arrivo dell’Icona della Beata Vergine di San Luca al Santuario sul Colle della Guardia intorno alle 19.15.

“Accendere il cuore”

Spiega il cardinale Zuppi: “In questi giorni continuiamo a raccoglierci davanti a Maria. Ad accendere il nostro cuore. A sentire la sua intercessione nel buio che tante volte è sceso nella vita degli uomini. Sembrava quasi che non vedesse l’ora di andare incontro a tutti. Perché ciascuno porta nella propria anima l’immagine di Dio, Colui che lei ha generato. Proprio andando incontro a tutti ci aiuta a riconoscerlo. Ad amare come solo una madre può amare i propri figli. Portiamo nel cuore la sua sollecitudine per tutti. E la consolazione della quale abbiamo bisogno in questo momento. Ringraziamo Maria. Perché sentiamo vicino il Signore che lei ci dona. E che è la nostra via, verità e vita”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.