La Chiesa non lascia soli i parenti dei malati. La missione di suor Susanna

Non lasciare soli i familiari dei degenti è la missione dell'associazione “L’Albero della Speranza Onlus” animata a Palermo dalla "suora da strada" pugliese

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00
scarto
Suor Susanna Scaraggi è definita dalle sue consorelle la “guerrigliera” della misericordia. Ossia “colei di fronte alla quale nessuna porta rimase mai chiusa“. Cioè “colei che ha dimostrato a tutti che aiutare chi è in difficoltà non è ‘passeggiare’. O ‘millantare’. Bensì lottare contro le ‘statue di pietra’.

Tenacia

Con “tenacia”. Suor Susanna Scaraggi è una combattiva religiosa orginaria di Bitonto e impegnata a Palermo. “Non si ferma mai. E perciò non conosce ostacoli“, raccontano le sue consorelle. Segue il “vangelo che si fa strada“. La carità che s’invera. L’amore per gli altri in ogni passo del suo cammino. Suor Susanna libera tante famiglie di degenti negli ospedali palermitani di un peso. Il costo insostenibile dell’alloggio in alberghi o appartamenti in affitto.
susanna

L’Albero di suor Susanna

Suor Susanna anima l’associazione “L’Albero della Speranza Onlus” di Palermo. Si occupa della Casa di Accoglienza. Per offrire ospitalità ai parenti fuori sede di degenti. Un ethos e uno stile di vita quelli di suor Susanna fatti di semplicità. E di affetto nei confronti di ogni persona umana. Soprattutto verso i sofferenti e i poveri. Ciò la conforma in maniera evidente allo spirito evangelico. “In fondo sono una suora da strada. E sono sempre in giro tra la gente“, afferma la religiosa.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.