Spogliarello in aereo, scoppia la rissa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:04

Uno spettacolo di lap dance improvvisato ha scatenato una rissa su un volo in partenza da Londra Luton e diretto ad Ibiza. Momenti concitati hanno vissuto i passeggeri che viaggiavano su un aereo della compagnia low cost inglese Easyjet. Dopo il decollo, una ragazza, vistosamente ubriaca, ha iniziato un balletto provocante davanti a tutti e si è poi denudata togliendosi la t-shirt e rimanendo a seno scoperto.

Il balletto

Dalla testimonianza dei presenti, sembrerebbe che lo spogliarello sarebbe stato apprezzato dai vicini di posto della ragazza che le avevano offerto da bere fino a quel momento, ma avrebbe suscitato l'ira degli amici con cui si era imbarcata e che si trovavano seduti nei posti anteriori del veivolo. Proprio questi ultimi, infatti, alla vista della scena se la sarebbero presa con i 'nuovi amici' della donna e sarebbe così iniziata una rissa che ha spaventato gli altri passeggeri ed ha costretto il personale di bordo ad intervenire.

Il testimone

Le immagini della zuffa sono state diffuse su Youtube da uno dei passeggeri, Joel che ha raccontato anche ai giornali la scena, non ripresa, del balletto che ha scatenato il litigio sul volo diretto nella famosa meta turistica spagnola: “Stava ballando la lap dance davanti a loro ed è rimasta a seno nudo; è stato davvero imbarazzante. Ad un certo punto si è messa a fare la ruota lungo il corridoio dell’aereo mentre stavamo volando”.

La conferma

La compagnia inglese Easyjet ha confermato lo svolgimento dei fatti con una nota emessa dal suo portavoce: “EasyJet può confermare che un gruppo di passeggeri è stato scortato fuori volo EZY2095 da Luton a Ibiza dalla polizia all’arrivo a causa di comportamenti sbagliati. La sicurezza e il benessere dei nostri passeggeri e dell’equipaggio è la massima priorità per easyJet. L’equipaggio è addestrato a valutare tutti gli incidenti. Anche se tali incidenti sono rari, li prendiamo molto sul serio, non tolleriamo assolutamente comportamenti offensivi o minacciosi a bordo”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.