Rapina una banca, incastrato da un selfie degli amici

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:16

Rapina una banca, da solo, con un passamontagna a coprirgli il viso, armato di taglierino e poi fugge in bicicletta. Ma le telecamere di sicurezza, istallate di fronte all’istituto di credito, lo hanno comunque ripreso a volto scoperto e da lì sono partite le indagini dei carabinieri. Oltre alle riprese, ad incriminarlo un selfie di uno dei suoi amici con una banconota da 500 euro.

È successo a Cerignola (Foggia) lo scorso 4 dicembre. Alessandro Russo, 18 anni, era arrivato con la sua bicicletta davanti alla banca, si è coperto il viso con una calzamaglia ed è entrato. Dopo aver scavalcato il bancone, ha minacciato la cassiera con un taglierino ed è riuscito a scappare – sempre in bici – con un bottino di 3000 euro. Non contento, si è dato alla “bella vita” spendendo la refurtiva in abbigliamento, portando i suoi amici a bere alcolici e giocando alle slot machines, logicamente tutto a “sue” spese.

Il ragazzo che era già conosciuto dalle forze dell’ordine per altri reati – pochi giorni della rapina era in caserma per un controllo – è stato arrestato mentre era in compagnia dei suoi amici in una sala da gioco, ha confessato dove avesse buttato il passamontagna, ma non ha rivelato ai carabinieri dove avesse nascosto la refurtiva, o almeno ciò che non aveva già speso.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.