Aereo in avaria scarica 80 tonnellate di kerosene sopra una scuola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:04

Un aereo Boeing 777 della compagnia Delta Ail Lines, partito dall’aeroporto americano di Los Angeles e diretto in Cina, a Shanghai, a causa di un guasto, è stato costretto a rientrare. Prima di poterlo fare però, il mezzo ha dovuto alleggerirsi, rilasciando del carburante in volo, 80 tonnellate. La Boeing Company, nata tra la fusione di McDonnell Douglas e Boeing è la più grande costruttrice statunitense di aeromobili e la più grande azienda nel settore aerospaziale. Ha sede a Chicago, ma i suoi stabilimenti principali si trovano nei pressi di Seattle. È anche il secondo più grosso contraente militare degli Stati Uniti ed è il secondo (dati 2019) produttore mondiale di aerei civili. Il modello Boeing 777 – un aereo di linea a fusoliera larga a lungo raggio prodotto dall'industria a partire dalla metà degli anni novanta – con i suoi 300 posti è il più grande bimotore del mondo. Il veicolo coinvolto nel guasto, trasportava più di 140 persone a bordo.

Feriti 20 bambini

Un'operazione pericolosa perché il rilascio del carburante è avvenuto sull'abitato di Los Angeles: sopra case  e scuole. A causa del carburante, oltre 60 persone hanno dovuto ricorrere alle cure mediche. Tra i feriti si conta anche una ventina di bambini di una scuola elementare. Fortunatamente, nessuno dei feriti è grave, hanno sofferto soprattutto di forti forme di irritazione agli occhi, riportano le fonti sanitarie. “Poco dopo il decollo, il volo 89 dal Los Angeles International Airport LAX a Shanghai ha avuto un problema a un motore che ha richiesto il rapido ritorno del velivolo a LAX”, ha fatto sapere la compagnia aerea in una nota. “L'aereo è atterrato in sicurezza dopo aver rilasciato il carburante, operazione richiesta come parte della normale procedura per raggiungere un peso adeguato all'atterraggio”, ha aggiunto. Secondo i dati di Flightradar24, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”,  il velivolo è passato sopra alla scuola colpita alle 11.53 di martedì (le 20.53 in Italia), quando volava a una quota di circa 700 metri. Secondo il sito della Federal Aviation Administration, l'agenzia per l'aviazione civile americana, la quota dalla quale il velivolo Delta ha scaricato il cherosene sarebbe in linea con le normative e, se il rilascio di carburante avviene per ragioni di emergenza, al pilota non può essere chiesto di cambiare rotta. Neppure se sorvola una scuola elementare.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.