Covid, Speranza: “Campagna vaccini tra fine primavera e estate

"In 5 settimane siamo passati da un numero molto preoccupante (Rt ndr) di 1,7 a un dato di 0,91. Per i vaccini necessario l'ok dell'Ema"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:09
A sinistra, il ministro della Salute, Roberto Speranza (immagine di repertorio)

“Se l’Ema ci darà massima sicurezza sui controlli fatti e sull’esito della sperimentazione il cuore delle vaccinazioni sarà tra primavera inoltrata e estate“. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza sulla prossima campagna vaccini anti Covid. “La tempistica – spiega il ministro – è subordinata alle autorizzazioni che l’Agenzia Europea dei Medicinali darà”.

Il ruolo dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema)

L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) è l’agenzia comunitaria dell’Unione europea per la valutazione dei medicinali. Ha sede ad Amsterdam e ha il duplice scopo di ridurre il costo che le aziende farmaceutiche devono sostenere per ottenere le separate approvazioni dei farmaci dalle autorità di ciascuno membro dell’Unione europea e, allo stesso tempo, di ridurre le tendenze protezionistiche degli Stati che potrebbero ostacolare le approvazioni di farmaci potenzialmente concorrenti di quelli già presenti sul mercato interno.

L’Ema si pronuncerà il 29 dicembre sul vaccino Pfizer-Biontechapprovato il 2 dicembre in Gran Bretagna – e il 12 gennaio sul vaccino di Moderna che, notizia di ieri, verrà testato in Usa non solo negli adulti, ma anche nei ragazzi tra i 12 e i 17 anni.

Campagna vaccinale in primavera

Per la campagna vaccinale “abbiamo un piano, con delle scansioni temporali, ma dare date precise di inizio delle vaccinazioni senza prima avere un vaccino formalmente approvato non risponde a un atteggiamento adeguato”, ha precisato il ministro della Salute.

“In 5 settimane siamo passati da un numero molto preoccupante (Rt ndr) di 1,7 a un dato di 0,91“, ha aggiunto Speranza all’Health care summit de Il Sole 24 ore. “Siamo costretti a chiedere qualche altro sacrificio. Questo non è bello per chi governa. La linea del governo – ha aggiunto – non è dura, è necessaria”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.