Messina: sequestrate dai Nas in un supermercato 14.000 bottiglie di acqua minerale

Erano esposte alle intemperie e al sole senza rispetto dei requisiti igienico-sanitari.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:34
Fonte: Ministero della Salute

Il Ministero della Salute dà notizia che i Nas di Catania, a seguito di un controllo effettuato oggi, presso un supermercato sito in provincia di Messina hanno rilevato la presenza di notevoli quantitativi di acqua minerale, stoccati all’interno di una struttura precaria e mancante dei requisiti igienico-sanitari minimi e dovuti per un bene primario. Struttura, peraltro, realizzata abusivamente in un’area esterna originariamente adibita a parcheggio clienti. I Carabinieri hanno proceduto al sequestro penale probatorio di circa 14.000 confezioni di acqua minerale in cattivo stato di conservazione e, presumibilmente, alterate in quanto esposte agli agenti atmosferici e ai raggi solari, oltre che a potenziali contaminazioni ambientali. Acqua non più probabilmente salutare, venduta agli ignari cittadini.
Le Forze dell’ordine, oltre ad informare l’Autorità Giudiziaria della violazione, hanno segnalato la titolare dell’esercizio commerciale e il suo coniuge, gestore di fatto dell’attività, all’Autorità Amministrativa per l’emissione di provvedimenti prescrittivi/sospensivi dell’attività di deposito abusiva.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.