Giallo a Roma, morto in casa il regista Manni: si indaga per omicidio

Tra le regie di Massimo Manni, 61 anni, il telegiornale, lo storico "Processo" di Aldo Biscardi e "Otto e mezzo"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:34
Massimo Manni

E’ morto a Roma il regista televisivo Massimo Manni, 61 anni. L’uomo è stato trovato senza vita nel suo appartamento, nella zona di piazzale Clodio. Tra le sue regie, il telegiornale, lo storico “Processo” di Aldo Biscardi e “Otto e mezzo”.

Tracce di sangue sul cadavere di Manni

Il corpo, che era a terra vicino al letto, è stato scoperto da un familiare con cui Manni aveva un appuntamento a cui non si era presentato. Il familiare aveva così dato l’allarme e ieri, intorno alle 19,30, i vigili del fuoco hanno fatto irruzione nell’abitazione a Circonvallazione Clodia aprendo la porta chiusa senza mandate.

Sul cadavere sono state rinvenute tracce di sangue, che potrebbero essere compatibili con un’aggressione o con una caduta, e non è stato rinvenuto alcun biglietto. Per chiarire le cause del decesso il pm di turno Francesco Saverio Musolino, che ha aperto un fascicolo per l’ipotesi di omicidio, ha disposto l’autopsia. Indaga il commissariato Prati.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.