Minorenni violenti: droga, risse e vandalismo, 19 denunce

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:37

Da tempo i residenti dei quartieri romani di Valle Aurelia, Prati e Cipro segnalavano la presenza di bande di ragazzini violenti alle forze dell'oridine. Non solo risse e vandalismo ma, in alcuni casi, come segnalato nelle chat dei gruppi di quartiere, anche lanci di sassi dai cavalcavia. Tante le denunce arrivate ai carabinieri, tutte con la stessa collocazione a ridosso dell’ex fornace Veschi a Valle Aurelia e del vicino nuovo centro commerciale. Da qui è partita l'azione dei Carabinieri della Stazione Roma Madonna del Riposo che hanno intensificato i controlli per aumentare la percezione di sicurezza dei cittadini. 

I controlli

In una settimana di assidui servizi di controllo, i Carabinieri hanno denunciato 19 ragazzini, quasi tutti minorenni, 1 per droga, 4 per rissa e 14 per invasione di edifici in concorso e danneggiamento. Nello specifico, sono 12 i minorenni, tra i 14 e i 17 anni, e 2 quelli maggiorenni, di appena 18 anni. In gran parte, sono residenti nello stesso quartiere ma alcuni provenengono da altre zone della città per poi ritrovarsi nel ridisegnato quartiere di Valle Aurelia. Sono stati sorpresi dai Carabinieri all’interno della struttura comunale la fornace, da pochi anni ristrutturata ma con gli spazi interni vuoti e attualmente chiusa. I 14 ragazzi, dopo aver superato le recinzioni di protezione, hanno bivaccato all’interno danneggiando le installazioni interne e materiali edili presenti nella struttura. Un primo minore, un 15enne romano, è stato denunciato in stato di libertà poiché trovato in possesso di una busta di cellophane contenente 7 dosi di “marijuana”, ai fini di spaccio, che sono stati sequestrati. Altri 4 minori, tra i 15 e i 17 anni, sono stati denunciati perché sorpresi mentre partecipavano ad una rissa, innescatasi per futili motivi, nei pressi del piazzale antistante il centro commerciale.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.