Covid uscito da laboratorio? Oms: “Estremamente improbabile”

Rapporto Oms: "Necessario ora individuare l'animale che ha preso il Covid dai pipistrelli e ha poi trasferito il virus all'uomo"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:28
Laboratorio cinese a Wuhan

L’ipotesi di una fuoriuscita del virus del Covid-19 in un incidente di laboratorio è “estremamente improbabile”. Lo sostiene il rapporto degli esperti dell’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS) dopo la missione nei laboratori cinesi di Wuhan dello scorso febbraio. Lo riporta Afp che ha preso visione del rapporto.

Oms: “Molto probabile trasmissione a uomo da animale”

Secondo il rapporto Oms, invece, la trasmissione del virus del Covid-19 all’uomo da un animale intermediario è un’ipotesi che va da “probabile” a “molto probabile”. Il rapporto dell’Oms avvalora, dunque, l’ipotesi di trasmissione del virus all’uomo tramite un animale infettato a sua volta da un pipistrello rispetto alla tesi di una fuoriuscita da un laboratorio cinese, pur senza escluderla del tutto.

Conclusioni che coincidono con le ipotesi più accreditate fin dall’inizio della pandemia, a quindici mesi dalla comparsa dei primi casi di nuovo coronavirus diagnosticati alla fine di dicembre 2019 a Wuhan. Se non risolve il mistero delle origini del SARS-CoV-2 (il virus che causa il Covid-19), il rapporto – evidenzia Ansa – sottolinea la necessità di realizzare altri studi, in Cina e altrove, per individuare l’animale che ha trasferito il virus all’uomo, ancora ignoto. Un’informazione ritenuta particolarmente importante per combattere questa ed eventuali nuove epidemie.

Tuttavia, la trasmissione diretta del virus attraverso l‘animale serbatoio è considerata “da possibile a probabile” dagli esperti e non si esclude del tutto l’ipotesi di una trasmissione del virus attraverso la carne congelata, tesi prediletta da Pechino, che resta altrettanto “possibile”.

Fuga improbabile o impossibile?

Riguardo alla terza ipotesi, quella di una fuoriuscita da un laboratorio cinese, gli esperti dicono di non aver considerato affatto una fuga volontaria e di ritenere un incidente “estremamente improbabile”. L’oms, raccomanda infine di proseguire gli studi sulla base di queste tre ipotesi, compresa quella dunque della fuga dal laboratorio, ritenuta “improbabile” ma non impossibile.

La diffusione del virus

Per quanto riguarda la diffusione del virus, il rapporto afferma che gli studi sulla catena di approvvigionamento del mercato di Huanan (e di altri mercati a Wuhan) non hanno fatto rilevare “prove della presenza di animali infetti, ma l’analisi della catena di approvvigionamento ha fornito informazioni utili per studi di monitoraggio mirati, soprattutto nelle regioni limitrofe”. Gli esperti invitano inoltre a “non trascurare i prodotti di origine animale provenienti dalle regioni al di fuori del sud-est asiatico”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.