Cinesi aggrediti, indaga la Procura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:14

La Procura ha aperto un fascicolo sull'aggressione subita nella notte tra lunedì e martedì, a Torino, da una coppia di giovani cinesi da anni in Italia. “Voi siete il virus“, hanno detto loro gli aggressori, che li hanno spintonati e hanno lanciato contro di loro una bottiglia di vetro. Minacce e lesioni, aggravate dall'odio razziale, il reato ipotizzato dai magistrati subalpini. Sull'accaduto indagano i carabinieri, che hanno acquisito le telecamere di videosorveglianza della zona, nel quartiere Madonna di Campagna, e ieri hanno effettuato, insieme alle vittime, un sopralluogo. 

I fatti

Nella notte tra martedì e lunedì – come racconta La Stampa – una coppia di cinesi, di 28 e 25 anni, assunti in un supermercato come addetti al banco sushi, hanno subito un'aggressione a pochi passi dalla lora casa situata in zona Madonna di Campagna. Il motivo? Sono stati aggrediti perché cinesi e quindi accusati di essere portatori del coronavirus Covid-19. Sono stati colpiti con bottiglie di vetro e spintonati da due ragazzi italiani che hanno urlato: “Avete il coranavirus, dovete andarvene da qui”. I due ragazzi cinesi hanno provato ad allontanarsi dai loro aggressori, ma sono sati seguiti fino a quando non sono arrivati i soccorsi. 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.