TORNA A SETTEMBRE IL MESE DEL VOLONTARIATO AISM

ULTIMO AGGIORNAMENTO 4:15

Per tutto il mese di settembre in 50 città italiane le sezioni AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla – offriranno informazioni sul volontariato, approfondendo i temi legati alla Sclerosi Multipla per dare l’opportunità ai cittadini di conoscere meglio le attività dell’Associazione e capire il valore del volontariato. Ad arricchire l’esperienza saranno le testimonianze dei volontari stessi che forniranno agli interessati un’immagine di questa realtà. In questo mese saranno molte anche le iniziative che coinvolgeranno le scuole per diffondere tra i giovani solidarietà e responsabilità sociale.

Per AISM i volontari rappresentano il 97% delle sue risorse, sono infatti oltre 9.000 i volontari che oggi collaborano con l’associazione, 5.000 dei quali ne fanno parte da più di 3 anni. L’AISM da più di 46 anni si occupa di aiutare le persone affette da Sclerosi Multipla – una grave malattia del sistema nervoso centrale – con l’obiettivo di renderle partecipi nella vita sociale, contrastare le discriminazioni, ed offrire servizi nelle situazione in cui i servizi pubblici vengono meno. È proprio grazie ai volontari se l’associazione è oggi il punto di riferimento per oltre 75.000 persone affette da Sclerosi Multipla e per i loro familiari.

Molte i progetti che a settembre coinvolgeranno in maniera particolare il Sud-Italia. Intervistato dall’AISM Edoardo Patriarca, dal 2012 presidente del Centro Nazionale Volontariato, spiega: “Permane una certa fatica della presenza del mondo del volontariato nelle Regioni del sud Italia: le esperienze più attive di volontariato sono concentrate nel centro-nord. A conferma che il volontariato non è in qualche modo sostitutivo di altri soggetti: interviene con forte impatto là dove esiste un buon territorio, una buona comunità, una buona amministrazione. Dove il tessuto sociale è un po’ fragile o affaticato, lì il volontariato sembra fare fatica a sua volta”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.