Pedalare a ritmo di rock, a Roma cantano vip e politici

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:01

L’idea è venuta a Dejan Cektinovic, e sta diventando una vera moda. In giro per le strade e le piazze di Roma, una bicicletta karaoke sta facendo cantare politici, turisti e appassionati. L’idea è piaciuta a Emilio Pappagallo, direttore artistico di Radio rock, una delle emittenti più seguite in città. Dejan accompagnato da Palma, attrice e cantante, ogni giorno pedalano per le vie di Roma cantando e facendo cantare, con una videocamera registrano tutte le esibizioni che sui social network la loro avventura è seguitissima.

Il progetto è nato grazie alle sue tre passioni il rock, il karaoke e la bicicletta. In breve Dejan e la radio si sono accorti che la cosa funzionava con la gente comune e hanno cominciato a proporla anche ai vip riuscendo a far cantare politici e personaggi del mondo sportivo. Tra i primi un Pier Luigi Bersani che si cimenta con gli AC/DC o Nichi Vendola sulle note di “Vengo anch’io no tu no” di Enzo Iannacci.

L’ideatore del “Bike-Jay” ovvero deejay in bicicletta spiega come è nata questa esperienza: “Ho amato sin da bambino il rock – ha raccontato Dejan – cantavo infatti anche in una band, non riuscire a farlo professionalmente non mi ha comunque scoraggiato motivo per cui mi sono avvicinato al karaoke. Non amavo tuttavia quello che facevano nei locali, troppo commerciale ma soprattutto quello che desideravo era trovare un vero e proprio karaoke rock, con canzoni anche punk e non le solite cose sdolcinate, cosa impossibile da trovare in un locale. La bici è stata l’ultimo elemento ad aggiungersi perché mi dava appunto un’idea di libertà, di improvvisare un karaoke anche per strada, con canzoni rock. Pedalare e cantare al contempo non pensavo neanche potesse diventare un programma”. L’iniziativa oltre ad appassionare i cittadini che tornano a respirare una Roma canterina, come avveniva negli anni ’50, sta spopolando sulla rete.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.