Nel 2019 In Terris ha bisogno del tuo sostegno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:00

Carissimo amico e lettore,

In Terris si appresta a vivere il suo quinto Capodanno. Un momento di gioia e riflessione, nel quale riscoprire i valori cristiani della vita, della famiglia e della solidarietà. Ne parliamo tutti i giorni sul nostro quotidiano, cercando di veicolare un messaggio positivo capace di rappresentare un’alternativa (un altro modo di vivere e pensare) a quei sentimenti negativi che generano i tanti fatti drammatici con cui siamo costretti a confrontarci nella nostra attività.

Anche grazie alla tua presenza abbiamo potuto valorizzare questo strumento di comunicazione – e quindi di formazione – che offre a bravi giornalisti la possibilità esercitare la propria professione mettendola al servizio del bene comune, provando a fare una giusta informazione e inserendo contenuti sui valori e principi della nostra storia, cultura, tradizione e fede, con uno sguardo internazionale al fine di andare oltre un certo provincialismo.

Ogni giorno In Terris è riuscito a esistere grazie al lettore attento e a volte anche esigente. Ora abbiamo anche bisogno del tuo aiuto per andare avanti perché il giornale vive solo di sponsor e Provvidenza. Non abbiamo grandi benefattori ma solo piccole gocce di buona volontà che insieme ci sostengono.

Ti auguriamo un felice 2019, da vivere nella pace e nell'armonia della famiglia e delle amicizie.

Grazie per continuare a leggerci, per la diffusione che potrai fare di questo strumento di solidarietà.

La redazione 

Modalità di donazione

Puoi fare un versamento direttamente sul nostro

 

Conto Corrente Bancario

IBAN: IT 23 C 05216 03222 0000 0000 1204
BIC: BPCVIT2S

 

Paypal

Ti ricordiamo che PayPal è il sistema di pagamento veloce, sicuro e semplice da usare, che ti garantisce la massima protezione.

Accetta tutte le carte di credito.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.