In Terris per vivere ha bisogno del tuo aiuto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:01

Caro lettore, InTerris.it è un’avventura che ha quattro mesi di vita, intensi, appassionati. Va detto un grazie a chi ha creduto in questo progetto – don Aldo Buonaiuto che lo ha ideato e gli sponsor che hanno dato carburante per la partenza – e a tutti coloro che ci seguono quotidianamente.

Abbiamo ottimi riscontri da quei lettori che credono nel cambiamento, che non si accontentano del tipo di informazione attualmente proposta, spesso in fotocopia e priva di valori. InTerris.it è un nuovo strumento culturale che oltre a fare informazione nel senso classico vuol essere stimolo quotidiano per costruire il futuro, cambiando le priorità della società, mettendole sotto gli occhi realtà impossibili da ignorare. Ogni giorno uno sforzo enorme: storie da tutto il mondo, che fanno riflettere e aprono gli occhi anche ai nostri giovani, cioè alla classe dirigente di domani. Ma per fare questo abbiamo bisogno di te, del tuo aiuto.

Senza il tuo aiuto IN TERRIS NON PUO’ continuare a fare ciò che fa.

InTerris.it è finanziato solo dalle donazioni di chi lo considera uno strumento utile e necessario per un cambio culturale che parta da un’informazione non urlata. Non abbiamo intenzione di arrenderci, di dire che tutto ciò non è possibile; non abbiamo intenzione di smettere di lavorare per ciò che riteniamo debba essere un dovere di chi fa giornalismo.

NESSUNO LO FARA’ AL POSTO NOSTRO

Se vogliamo cambiare le cose, migliorare la società, ottenere un mondo migliore per chi arriverà dopo di noi, dobbiamo TUTTI fare qualcosa di concreto
Tu sei la persona che può sostenere il nostro lavoro.  Ti chiedo di contribuire, in questo periodo di Natale, per un’informazione libera. Nuova che parli di valori e guardi al futuro.

donazione-290x197

SE PREFERISCI PUOI FARE UN BONIFICO
IBAN: IT 23 C 05216 03222 0000 0000 1204

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.