AIRBUS PENSA IN GRANDE: NEW YORK – LONDRA IN 1ORA

ULTIMO AGGIORNAMENTO 4:30

Il sogno di poter viaggiare da londra a New York in appena un’ora, sembra possibile. Il colosso europeo Airbus ha depositato, il mese scorso, negli USA il brevetto di un nuovo aereo ipersonico (Ultra-Rapid Air Vehicle),battezzato ufficiosamente “Concorde2”. Il velivolo sarebbe in grado di volare a 4,5 volte la velocità del suono (1 Mach), a differenza del “padre” che negli anni ’70 si fermava a Mach 2. Il nuovo aereo, che manterrà la grande ala a delta del Concorde, sarà spinto da una combinazione di motori: due jet convenzionali attaccati alla fusoliera, due razzi da missile sulla coda e due ramjet (statoreattori) propulsi da un mix di ossigeno e idrogeno sotto le ali.

Sarà un veicolo ad esclusivo uso dei super Vip. A differenza del Concorde, frutto della collaborazione anglo-francese che trasportava fino a 120 passeggeri, il “figlio” potrà contenerne a bordo massimo 20. Il nuovo aereo, in grado di operare in tutti gli aeroporti, impiegherà i due normali motori a reazione per decollare ed atterrare. Una volta raggiunta la velocita’ di Mach 1 i suoi motori a jet saranno spenti e fatti rientrare nella fusoliera. Contemporaneamente saranno azionati i motori a razzo che lo faranno immpenare quasi in verticale.

Raggiunta la quota di crociera di 35 km, l’aereo procederà in volo orizzontale, saranno spenti i razzi e saranno attivati i ramjet  che lo faranno accelerale fino ad una velocità massima di mach 4,5 pari a 5.480 kmh. A garantirne la stabilità nelle fasi di transizione dal volo orizzontale a verticale sono le due derive alle estremità delle ali che potranno ruotare dalla posizione orizzontale, in linea con le ali, a quella verticale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.