A SALERNO LA PRIMA EDIZIONE DEL PREMIO SAN GIOVANNI PAOLO II

ULTIMO AGGIORNAMENTO 3:00

Un premio per valorizzare il lavoro dei giornalisti impegnati nella comunicazione ecclesiale nel rispetto della deontologia professionale. E’ quello che la diocesi di Teggiano-Policastro si propone di fare attraverso l’istituzione del Premio san Giovanni Paolo II. L’evento è stato organizzato dalla Parrocchia di San Marco, guidata da don Vincenzo Gallo, dove è custodita la reliquia dei capelli del Papa santo.

La cerimonia di premiazione si svolgerà sabato 2 aprile 2016, anniversario della morte di Wojtyla, alle 18 nel centro parrocchiale a lui intitolato e sarà presieduta dal vescovo di Teggiano-Policastro, monsignor Antonio De Luca. I vincitori della prima edizione sono padre Ciro Benedettini, vicedirettore emerito della Sala Stampa della Santa Sede, con un premio alla carriera per essere stato il microfono di tre Pontefici: Karol Wojtyla, Joseph Ratzinger e Jorge Mario Bergoglio; e i vaticanisti Stefania Falasca del quotidiano Avvenire e Fabio Marchese Ragona di Mediaset. L’evento è sostenuto dalle Acli della provincia di Salerno che per l’occasione offriranno un aiuto concreto a una famiglia bisognosa della diocesi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.