Cities for life, Raggi: “Vogliamo essere la capitale della modernità” La sindaca ha illustrato le sue idee durante il convegno parigino. Successivamente ha incontrato Hidalgo

59
raggi

Roma punta a “diventare una delle capitali della modernità, dove la parola modernità non si riferisce a una crescita incontrollata ma come o sviluppo in armonia fra tutti i popoli e fra le persone e la natura”. Parola della sindaca Virginia Raggi che a Parigi ha partecipato all’evento Cities for life, convegno mondiale delle città per l’inclusione, l’innovazione e la resilienza.

“Siamo impegnati a ridisegnare la nostra città favorendo i trasporti pubblici, i pedoni, i ciclisti, in nome di una migliore qualità di vita della comunità” ha detto Raggi. “Contemporaneamente – ha aggiunto – lavoriamo con convinzione verso l’obiettivo rifiuti zero“.

A margine del convegno la titolare del Campidoglio ha avuto un incontro bilaterale con l’omologa parigina Anne Hidalgo. La Raggi ha illustrato le priorità della sua politica ed si è detta attenta “a tematiche sulle quali Parigi è capofila e sulle quali potremo collaborare, dall’ambiente all’inclusione sociale”. Anne Hidalgo le ha dato appuntamento a Roma per il 10 dicembre, quando la sindaca di Parigi sarà in Vaticano per un incontro con Papa Francesco sul tema dei migranti.

Raggi e Hidalgo si sono intrattenute per un quarto d’ora in un clima di grande cordialità. La sindaca di Parigi ha sottolineato “l’importanza che i sindaci parlino fra loro per affrontare le sfide più importanti”. Ha poi illustrato le ultime iniziative dell’Hotel de Ville sui trasporti e l’insediamento di un “hub” parigino per i migranti. Raggi ha spiegato le tematiche della sua politica a Roma ed ha confermato che, in occasione della visita, con la Hidalgo si potrà “cominciare a concretizzare la collaborazione su alcuni temi”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS