IL SANTO DEL GIORNO SAN GERMANO

94

s_germanoSan Germano, vescovo di Capua. Nato nel V secolo da una famiglia agiata, dopo la morte dei suoi genitori si spogliò di tutti i suoi beni per darli ai poveri. Condusse una vita ascetica fino al 516 quando venne eletto vescovo di Capua.Il Liber pontificalis lo menziona come uno dei legati papali mandati nel 519 da papa Ormisda a Costantinopoli per cercare di risolvere lo scisma del patriarca Acacio, che era stato scomunicato dal pontefice romano. Acacio aveva diffuso, nel 482, un documento che pretendeva di conciliare l’eresia monofisita, che attribuiva al Cristo solo la natura divina, con la posizione teologica ufficiale della Chiesa cattolica, sancita anche dal Concilio di Calcedonia, che riconosceva la coesistenza della natura umana e divina nel Cristo. La trattativa cui partecipò Germano andò a buon fine. L’imperatore Giustino e il patriarca Giovanni sottoscrissero il documento proposto da papa Ormisda e venne superata una divisione che durava ormai da due generazioni. Ritornato nella sua diocesi, il vescovo riprese la vita ascetica fino alla morte avvenuta nel 541. Una tradizione riferisce che al momento del trapasso, sanBenedetto, suo amico, vide gli angeli portare in cielo la sua anima.
Le reliquie furono sepolte a Capua nella chiesa di Santo Stefano. Successivamente l’imperatore Ludovico II nell’anno 866 le trasferì a Cassino che così si chiamò San Germano fino al 1863. Durante il bombardamento anglo-americano dell’abbazia di Montecassino del 1944 furono quasi completamente disperse, ne furono portate alcune nella cripta della chiesa di San Sisto a Piacenza.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS