YEMEN, BOMBARDAMENTI A SANAA: MORTI 14 CIVILI I raid aerei sono stati condotti dalla coalizione araba a guida saudita

515
yemen

Almeno 14 civili che lavoravano nel turno di notte in una fabbrica di prodotti alimentari a Sanaa, capitale dello Yemen, sono rimasti uccisi in raid aerei condotti dalla coalizione araba a guida saudita che combatte contro i ribelli sciiti Houthi, alleati dell’Iran. Lo hanno detto all’agenzia Ap un dirigente dello stabilimento e due fonti mediche. La fabbrica, situata nel quartiere di Al Aqil, è stata colpita durante una serie di bombardamenti contro gli Houthi, che controllano la capitale.

I pesanti bombardamenti, cominciati appunto durante la notte, avvengono dopo che sono falliti in Kuwait i negoziati tra gli Houthi e il governo yemenita riconosciuto internazionalmente e sostenuto dall’Arabia Saudita, che ha la sua sede temporanea ad Aden, nel sud del Paese. Un portavoce degli Houthi, Mohammed Abdel-Salam, ha accusato la coalizione a guida saudita di avere chiuso lo spazio aereo su Sanaa, impedendo alla delegazione dei ribelli di fare ritorno dal Kuwait. Infatti, l’aeroporto, controllato dai ribelli sciiti è stato chiuso per precauzione.

A confermare la ripresa dei raid aerei, dopo oltre 3 mesi, è stato un portavoce della coalizione, che però ha assicurato che sono stati presi di mira solo obiettivi militari. Inoltre l’aeroporto, controllato dai ribelli sciiti è stato chiuso per precauzione. Di parere contrario il governo yemenita che ha affermato che i raid hanno colpito anche obiettivi civili.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS