BREXIT, CAMERON: “A VOLTE HO SBAGLIATO, MA STAVOLTA SEGUITEMI” Nel suo intervento sul referendum si è rivolto alla sua generazione e agli euroscettici, concentrati soprattutto fra gli over 50

514
Brexit

“A volte ho sbagliato, ma stavolta seguitemi”. E’ l’appello che il premier David Cameron ha fatto ai suoi concittadini, chiedendo di no votare a favore dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea. Cameron ha sottolineato che la Brexit sarà una decisione irreversibile e, parlando dal numero  10 di Downing Street ha affermato che è “meglio stare in Europa”.

“Il mio compito come capo del governo è fare la scelta giusta per proteggere la nazione. Il regno sarà più prospero e più sicuro dentro l’Ue”, ha aggiunto il premier, sottolineando come abbandonare il “club” dei 28 saarebbe un rischio per le future generazioni.

“Le conseguenze dell’uscita dall’Ue peseranno sulle generazioni future – ha dichiarato Cameron -, che pagherebbero il prezzo più alto in termini di commercio e posti di lavoro”. Esperti, consulenti indipendenti, nostri consiglieri, dicono che la Brexit porterebbe a una recessione nel medio termine, a problemi per l’occupazione a lungo termine, a salari più bassi e a prezzi più alti”, ha aggiunto.

Nel suo intervento sul referendum della Brexit si è rivolto alla sua generazione e agli euroscettici, concentrati soprattutto fra gli over 50, affermando che con la permanenza nell’Ue sarà comunque garantito alla Gran Bretagna il suo “status speciale”. “Giovedì, ricordate chi siamo, la strada che abbiamo percorso e quanto avanti ancora possiamo andare”, ha proseguito David Cameron. “Per voi, per il futuro del Paese e delle famiglie, votate di restare nell’Ue, pensate alle speranze e ai sogni dei vostri nipoti”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS