RIENTRO DI GIRONE IN ITALIA, L’INDIA “STUDIA LA SITUAZIONE” Un portavoce del governo ha dichiarato all’Ansa che il governo di New Delhi non ha ancora fissato un’udienza alla Corte Suprema

618
girone

Continua il tira e molla tra Italia e India per il rimpatrio del Marò Girone, che al contrario di Latorre si trova ancora a New Delhi in custodia delle autorità indiane. Nella giornata di oggi il portavoce governativo Vikas Swarup ha riferito all’Ansa che nonostante non sia ancora stata fissata la data per un’udienza alla Corte Suprema, l’India “sta studiando la situazione” in merito al rimpatrio del militare italiano, come stabilito dalla sentenza del Tribunale arbitrale dell’Aja.

I due governi “sono in contatto” ha poi aggiunto il funzionario indiano,  precisando che esiste un “vacation bench”, ossia una sezione per i casi di urgenza, a cui è possibile rivolgersi durante il periodo di ferie della Corte, che inizieranno il prossimo 16 maggio e si protraranno fino al 28 giugno.

Lo scorso 3 maggio il tribunale istituito dai due Paesi presso la Corte permanente di arbitrato (Cpa) aveva stabilito che “Italia e India devono cooperare, anche davanti alla Corte Suprema indiana, per ottenere un allentamento delle condizioni cautelari del sergente Girone così che possa, in base a considerazioni di umanità, tornare in Italia”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS