“SCEGLI, O ME O LEI”, RISSA IN CASA CON LA SUOCERA

651
suocera

E’ stato un weekend turbolento, per una famiglia residente al Villaggio del Sole, tanto che per riportare la calma in casa è servito un doppio intervento delle forze dell’ordine. Un’accesa discussione tra moglie e marito si è trasformata in una vera e propria rissa, cui hanno partecipato quasi tutti i componenti del nucleo famigliare, con la suocera in prima linea con tanto di mattarello in mano. Ad assistere alla scenate degli adulti anche due minori, di 6 e 8 anni.

La causa della discussione tra i coniugi, rispettivamente di 40 e 38 anni, è stata proprio la difficile convivenza tra l’uomo e la suocera. Lui, messo alle strette, avrebbe minacciato di andarsene di casa se la nonna dei due bimbi non avesse trovato un’altra sistemazione. Il “o me o lei” è finito, però, con il 40enne lasciato chiuso a chiave in terrazza. In suo aiuto sono arrivati la madre e il fratello, che sono riusciti ad entrare in casa per liberarlo. Tuttavia, la situazione in breve è degenerata, tanto che, quando gli agenti sono arrivati per la prima volta sul posto, i due soccorritori del marito erano agitatissimi e portavano i segni di alcuni graffi sul collo e sulle mani.

Nessuno ha voluto, però, denunciare i parenti, anche se la padrona di casa ha raccontato ai poliziotti che il marito aveva tentato di ucciderla avvelenandola con l’acido muriatico. Sentite le parti e calmati gli animi, gli agenti sono tornati in caserma, in attesa di eventuali denunce. Tuttavia, poche ore dopo c’è stato un secondo round. Al loro arrivo, gli uomini della questura hanno trovato la moglie, in pigiama, seduta in macchina. Ha raccontato loro di un secondo tentativo di avvelenamento con l’acido muriatico del marito. E’ stata portata al pronto soccorso in stato confusionale.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS