LIBIA, HAFTAR: “LE PRIORITA’ SONO SICUREZZA E STABILITA'” Il generale libico: "La fiducia al governo è una questione che non mi riguarda"

481
haftar

Se il governo di unità nazionale libico voluto dalle Nazioni Unite ottenga o meno la fiducia del parlamento di Tobruk “è una questione che non mi riguarda”. Lo ha detto il generale Khalifa Haftar per il quale la priorità “è imporre la sicurezza e la stabilità in Libia”, e di conseguenza tutte le decisioni prese dal Consiglio presidenziale guidato dal premier Faez al Sarraj sono “inchiostro su carta”.

In una intervista rilasciata ieri sera all’emittente “Libya al Hadath” ripresa dai media libici, il controverso generale, che comanda le forze libiche che fanno capo al parlamento di Tobruk, chiude ogni possibilità di intesa con il governo di unità nazionale, unico riconosciuto dalla comunità internazionale e afferma: “Non ho mai sentito della formazione di un governo all’ombra del terrorismo, e questo esecutivo fallirà”.

Inoltre la recente mossa del governo di unità nazionale di istituire guardie presidenziali “è una decisione che non ci riguarda né da vicino né da lontano”, ha sottolineato Haftar per il quale “la democrazia deve passare attraverso intere generazioni per essere radicata perchè è una cultura che viene messa in pratica nella vita quotidiana”. La Libia “non sarà che uno Stato laico e non sarà governata militarmente e la dittatura non tornerà”, ha aggiunto il generale.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS