BRASILE, ROUSSEFF: “SONO UNA VITTIMA INNOCENTE” Se il Senato si pronuncerà positivamente sull'impeachment la presidente del Paese carioca potrebbe sarà sospesa dalla sua carica per 180 giorni

359
ROUSSEFF

“Penso di essere una vittima. E naturalmente sono innocente. e allo stesso tempo sono una vittima innocente”. E’ come si è definita il presidente del Brasile Dilma Rousseff durante un’intervista alla Bbc, durante la quale ha promesso di opporsi finché sarà possibile alla richiesta di impeachment nei suoi confronti

Il capo di Stato del Paese carioca è accusata di aver usato espedienti contabili vietati dalla costituzione per nascondere il deficit di bilancio. Il Senato si pronuncerà sulla richiesta di impeachment la settimana prossima e, in caso affermativo, la presidente sarà sospesa dalla sua carica per 180 giorni. “Ciò che noi nel governo pensiamo e ciò che i miei sostenitori pensano è che il procedimento di impeachment in corso sia illegittimo ed illegale”, ha proseguito.

“Perché alla fine è basato una menzogna, cioè si tratta di un’elezione indiretta sotto forma di un procedimento di impeachment”. E poi ha sottolineato: “Ciò che faremo è resistere, resistere, resistere. E combatteremo ancora per assicurarci di vincere nel merito e riprenderemo a governare”.

Inoltre solo pochi giorni fa un’altra preoccupazione si era aggiunta alla crisi che sta travolgendo la Rousseff. Infatti, secondo le indiscrezioni dei giornali, il procuratore generale del Brasile Rodrigo Janot ha chiesto alla Corte Suprema di aprire un’inchiesta sulla presidente e sul suo predecessore, Luis Inacio Lula da Silva e sull’avvocato del governo, Eduardo Cardozo.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS