LIBERAZIONE, RENZI: “NELLA COSTITUZIONE NESSUNA DERIVA AUTORITARIA” Il premier a Repubblica: "L'antifascismo è valore fondante della società. Non cambiamo i poteri del governo"

547
renzi

“L’antifascismo è elemento costitutivo e irrinunciabile della nostra società. Giusto tenere alta la guardia”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in un’intervista a Repubblica. “Tutti ci riconosciamo nei valori della Costituzione. Sostenere il contrario significa dare spazio alla delegittimazione come arma della politica” ha spiegato il premier che ha poi difeso la Costituzione; “La deriva autoritaria è quella che ha portato il fascismo – ha proseguito – . Qui non cambiamo nemmeno i poteri del Governo”.

Renzi ha successivamente smentito la possibilità di una manovra fiscale prima delle amministrative: “Questo è il Governo che ha ridotto più tasse nella storia repubblicana. La prossima riduzione fiscale sarà con la Stabilità 2017”. Sulla possibilità di abbassare le aliquote Irpef, “vedremo in Stabilità. Calma e gesso. L’unica cosa di cui i cittadini possono essere tranquilli è che le tasse continueranno a scendere”. In tema di immigrazione, la vittoria dell’ultra destra in Austria, “è un campanello d’allarme. Rispetto le scelte del popolo austriaco, ma sono convinto che loro rispetteranno le decisioni prese dall’Ue”, ha affermato Renzi.

Su un possibile intervento militare in Libia, “interverremo solo se il Governo Serraj chiederà a noi e al resto della comunità internazionale un sostegno. E solo insieme alla comunità internazionale. Pronti a un ruolo forte, ma niente avventure”. Nell’intervista Renzi ha anche annunciato una riforma sui diritti tv sul calcio: “ci sta lavorando in modo costante il sottosegretario Lotti. Questione di qualche settimana e presenteremo il nostro progetto”

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS