LESBO: MIGRANTI SI GETTANO IN MARE PER PROTESTARE CONTRO I RINVII Tensioni nell'isola greca. Alle 8 una nave con a bordo profughi pakistani è salpata alla volta della Turchia

639
migranti lesbo

Nuove proteste a Lesbo contro il rinvio dei migranti dalla Grecia alla Turchia nell’ambito dell’accordo raggiunto tra Bruxelles e Ankara. Alcuni manifestanti si sono gettati nelle acque davanti al porto dell’isola ellenica per cercare di ostacolare le operazioni di partenza.

Una nave è comunque salpata poco dopo le 8 locali. A bordo, molti immigrati pakistani che secondo le autorità non hanno presentato richiesta di asilo. Dopo i primi 202 rinvii di lunedì da Lesbo e Chios, le operazioni si erano interrotte.

E intanto da Berlino arriva la notizia che c’è una chiara riduzione del flusso dei migranti in Germania: nell’ultimo trimestre del 2015 gli ingressi erano stati ancora 500 mila, nel primo trimestre del 2016 il numero si è ridotto a 170 mila, con un calo del 66%, ha spiegato il ministro degli Interni tedesco Thomas De Maiziere.

Visibile il calo anche nei primi mesi del 2016: a marzo, i profughi registrati sono stati 20 mila, a febbraio 60 mila, a gennaio 90 mila e a dicembre (2015) 200 mila. De Maiziere ha spiegato che sono aumentate le domande di asilo in Germania, mentre sono diminuiti gli arrivi dei migranti: dal 1 gennaio 2016 le richieste di asilo presentate in Germania sono state 181.400.

Il ministro ha anche sottolineato il buon risultato ottenuto dalle misure sui Balcani prese da Berlino: “nel primo trimestre del 2015 le richieste di asilo dai migranti provenienti dai 6 paesi dei Balcani erano il 61% del dato complessivo, circa 20 mila; nel primo trimestre del 2016 è calato al 5%, con 3000 richieste”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS