IL PAPA APRE LA PORTA SANTA DI SAN GIOVANNI IN LATERANO Oltre 2mila persone hanno assistito al rito giubilare. “Dio ci ama senza confini”.

440

Un Giubileo straordinario, quello di Papa Francesco, non soltanto perché cade in anticipo di diei anni rispetto ai 25 canonici dal grande Ano Santo del 2000. Anche le Chiese locali hanno aperto oggi la loro Porta Santa, dove i pellegrini potranno recarsi per ottenere l’indulgenza. Questa mattina, il Santo Padre ha aperto i battenti della Porta Santa della Basilica di San Giovanni in Laterano, la cattedrale di Roma, dove poi ha celebrato la Santa Messa. Hanno assistito oltre 2mila persone.

“È questa la porta del Signore. Apritemi le porte della giustizia”, ha detto il Pontefice.

Anche questo semplice segno è un invito alla gioia. Inizia il tempo del grande perdono. il Giubileo della Misericordia. È’ il momento per riscoprire la presenza di Dio e la sua tenerezza di Padre”, ha affermato. “Dio non ama le rigidità. Lui è Padre, è tenero: tutto fa con tenerezza di padre”.

Questa terza domenica di Avvento attira il nostro sguardo verso il Natale ormai vicino. Non possiamo lasciarci prendere dalla stanchezza; non ci è consentita nessuna forma di tristezza, anche se ne avremmo motivo per le tante preoccupazioni e per le molteplici forme di violenza che feriscono questa nostra umanità. La venuta del Signore, però, deve riempire il nostro cuore di gioia”, ha continuato il Pontefice. “Il motivo della gioia è espresso con parole che infondono speranza, e permettono di guardare al futuro con serenità. Il Signore ha revocato ogni condanna e ha deciso di vivere in mezzo a noi”.

A noi viene chiesto un impegno radicale. Davanti alla Porta Santa che siamo chiamati a varcare, ci viene chiesto di essere strumenti di misericordia, consapevoli che saremo giudicati su questo. Chi è stato battezzato sa di avere un impegno più grande. La fede in Cristo provoca ad un cammino che dura per tutta la vita: quello di essere misericordiosi come il Padre”, ha aggiunto. I cristiani sono chiamati ad “accogliere e testimoniare un amore che va oltre la giustizia, un amore che non conosce confini”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS