MAZZETTE PER GLI APPALTI NELLE BASI DELL’AERONAUTICA: 8 ARRESTI L'indagine dei carabinieri del Noe riguardava una presunta associazione a delinquere composta da militari, dipendenti della Difesa e imprenditori

408
aeronautica

Otto persone sono finite in manette nell’ambito di un’inchiesta su un giro di tangenti relativo all’aggiudicazione di appalti all’interno di diverse basi dell’Aeronautica. L’indagine, portata avanti dai carabinieri del Comando Tutela per l’Ambiente, riguardava nello specifico un’associazione per delinquere composta da militari, dipendenti civili della Difesa e imprenditori.

Il blitz delle forze dell’ordine è scattato all’alba, in collaborazione con il comando Carabinieri per l’Aeronautica militare e quelli provinciali dell’Arma di Roma e Latina. Numerose le perquisizioni eseguite in diverse città. Secondo gli inquirenti, l’operazione ha consentito di “disarticolare un sodalizio criminale composto da imprenditori e dipendenti civili e militari del 2/o Reparto Lavori Genio dell’Aeronautica militare di Ciampino”.

Questi, attraverso quello che gli investigatori definiscono un “consolidato sistema corruttivo”, avrebbero “sistematicamente alterato le gare d’appalto, per un valore di quasi nove milioni di euro, bandite dall’ente ed inerenti la manutenzione ordinaria e straordinaria di edifici adibiti a vari usi ubicati presso diverse installazioni dell’Aeronautica militare”. I particolari dell’indagine saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che il procuratore capo di Velletri terra’ presso il Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente alle 12.30.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS