GIALLO A SANTO DOMINGO: ITALIANO ACCOLTELLATO NELLA SUA CAMERA D’ALBERGO Antonio Casiraghi, 43 anni, è stato colpito otto volte con un coltello che è stato ritrovato nella stanza

467
santo domingo

Un italiano di 43 anni, Antonio Casiraghi, è stato trovato morto martedì pomeriggio in una camera d’albergo a Las Terrenas, sulla costa settentrionale della Repubblica Dominicana, nell’hotel Rancho La Playa. Ad ucciderlo sono state almeno otto coltellate all’addome, al petto e al collo, inferte con un coltello che è stato ritrovato nella stanza. La notizia della morte è stata comunicata mercoledì ai parenti dai diplomatici italiani.

La polizia locale sembra stia seguendo la pista di una rapina finita male, anche se sotto l’esame degli investigatori sono finiti un post in spagnolo che Casiraghi ha inserito domenica mattina sul suo profilo facebook (“Io chiedo umilmente perdono a tutti”) e un annuncio a pagamento con lo stesso contenuto, e sempre in spagnolo, che il comasco ha fatto pubblicare nei giorni scorsi su un giornale locale: “Chiedo umilmente perdono a tutta la città di Las Terrenas per gli insulti, le offese, l’arroganza gratuita provocate, comandate dall’alcol, dalla droga e dalla rabbia”.

Non è chiaro a cosa si riferiscano i messaggi e se possano essere collegati con la sua morte: su Facebook Casiraghi non ha risposto agli amici che gli chiedevano spiegazioni. Casiraghi, diploma tecnico commerciale, un impiego al Casinò di Campione, si era trasferito circa cinque anni fa a Las Terrenas e due anni fa aveva avuto una bambina da una donna dominicana. Soltanto un mese fa era tornato in Italia ad Argegno, sul lago di Como, dove vive la sorella minore.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS