TORNA LA PAURA DELL’EBOLA IN LIBERIA: CASO CONFERMATO SU UN BIMBO DI 10 ANNI Lo stesso virus, nel corso dell'ultima epidemia, aveva causato oltre 11.000 morti in totale, coinvolgendo anche Sierra Leone - dichiarata libera dalla malattia solo lo scorso 7 novembre - e Guinea

482

Torna l’ebola in Liberia con un nuovo caso, dopo che il paese africano era stato dichiarato “libero” dalla pandemia. Lo rende noto l’organizzazione mondiale della sanità attraverso il suo portavoce Tarik Jasarevic. Il paese era stato dichiarato libero dall’ebola a inizio settembre dopo aver registrato 4000 morti e un totale di 10.600 casi.

Il nuovo paziente è un bambino di dieci anni che vive a Paynesville, un sobborgo a est della capitale Monrovia. La ripresa della malattia si è manifestata dopo che nel Paese africano, tra marzo e settembre 2015, erano stati 10.600 casi con 4.808 pazienti morti. Lo stesso virus, nel corso dell’ultima epidemia, aveva causato oltre 11.000 morti in totale, coinvolgendo anche Sierra Leone – dichiarata libera dalla malattia solo lo scorso 7 novembre – e Guinea.

Secondo le line guida dell’Organizzazione mondiale della Sanità. Oms, per dichiarare la scomparsa della malattia deve trascorrere un periodo di 42 giorni da quando l’ultimo paziente risulta negativo al secondo test di controllo, che di prassi segue il primo controllo a una distanza di 48 ore.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS