GEORGIA, BIMBO DI DUE ANNI SI SPARA CON LA PISTOLA DEL PADRE La tragedia è avvenuta nello stesso giorno in cui il presidente Barack Obama è tornato parlare della necessità dell'inasprimento delle leggi per il controllo delle armi da fuoco

263

Nuova tragedia negli Stati Uniti e ancora una volta la colpa è da addebitare al facile accesso alle armi da fuoco. Questa volta però non si tratta di una strage fatta da un folle in campus universitario, ma a morire è un bambino di due anni, deceduto dopo essersi sparato un colpo con una pistola. E’ successo nella cittadina di Acworth, nella contea di Cobb, in Georgia. Secondo quanto riferiscono i media statunitensi, il bambino è riuscito in qualche modo a impadronirsi della pistola del padre, lasciata inavvertitamente su letto, dal quale è partito il colpo fatale.

Quando si è verificata la tragedia oltre al padre, in casa c’era anche il fratello maggiore della vittima, di quattro anni, mentre la madre era fuori. La polizia sta ancora cercando di ricostruire la dinamica della tragedia e al momento non sono state formulate accuse. Si tratta dell”ennesimo incidente che coinvolge i minori con le pistole ed è avvenuto nello stesso giorno in cui il presidente Barack Obama è tornato a parlare a Chicago della necessità dell’inasprimento delle leggi per il controllo delle armi da fuoco.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS