Papa Francesco: “Servono catechisti che siano accompagnatori e pedagoghi”

L'intenzione di preghiera del Santo Padre per il mese di dicembre per i catechisti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:32

L’intenzione di preghiera del mese di dicembre di papa Francesco è rivolta ai catechisti che – dice il Pontefice – “hanno una missione insostituibile nella trasmissione e nell’approfondimento della fede”.

Missione e vocazione

Francesco definisce “il ministero laicale del catechista” come una “vocazione” e una “missione“. Il Papa spiega che catechista è “un modo di essere” e aggiunge che “servono
buoni catechisti che siano allo stesso tempo accompagnatori e pedagoghi“.

L’annuncio del Vangelo

“C’è bisogno di persone creative che annuncino il Vangelo, ma che lo annuncino non dico in
sordina, ma nemmeno strombazzandolo: lo annuncino piuttosto con la loro vita, con mitezza, con un linguaggio nuovo e aprendo strade nuove”, dice ancora il Santo Padre. “In tante diocesi, in tanti continenti, l’evangelizzazione è fondamentalmente nelle mani di un catechista. Rendiamo grazie ai catechisti, alle catechiste, per l’entusiasmo interiore con cui vivono questa missione al servizio della Chiesa”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.