News THERESA MAY

SABATO 23 MARZO 2019, IN TERRIS

Londra invasa dai "No Brexit"

Gli organizzatori: "Siamo più di un milione". La petizione online segna un nuovo record

ALBERTO TUNO
D
opo la petizione la piazza. Mentre proseguono, febbrili, le trattative per trovare la quadra sulla Brexit, centinaia di migliaia di persone sono scese in piazza a Londra per chiedere di fermare il processo di uscita dall'Unione europea, decisa col referendum del giugno 2016.  La manifestazione I manifestanti sono radunati nella centralissima Park Lane e in marcia hanno raggiunto Parliament Square a Westminster da Hyde Park Corner, con la conseguente chiusura di diverse strade...
SABATO 23 MARZO 2019, IN TERRIS

May e l'incognita del terzo voto

La premier ai parlamentari: "Si farà solo con sostegno sufficiente". In caso contrario, servirà un nuovo piano entro il 12 aprile

REDAZIONE
Theresa May
S
e dovesse sembrare che non ci sia un sostegno sufficiente per riportare l'accordo la prossima settimana, o che la Camera dei Comuni la respinga di nuovo, possiamo chiedere un'altra estensione prima del 12 aprileù ma ciò comporterà lo svolgimento delle elezioni del Parlamento europeo". Fa il punto della situazione la premier britannica Theresa May, e traccia lo schema che il governo britannico dovrà adottare qualora non si votasse (come quasi certo) per...
GIOVEDÌ 21 MARZO 2019, IN TERRIS

Troppe firme, in crush il sito degli anti Brexit

Oltre 1 milione di sottoscrizioni in tre giorni. A Bruxelles in scena il Consiglio europeo

ALBERTO TUNO
Anti Brexit in piazza
sondaggi dicono che, se si rivotasse oggi per la Brexit, all'esito di quasi tre anni di telenovela e di previsioni apocalittiche sul futuro dell'economia britannica, il risultato sarebbe diverso. La petizione Un nuovo referendum non è (al momento) fattibile. Così ci pensa la rete a dare voce a quanti, nel Regno Unito, vorrebbero restare nell'Ue, con una petizione online che in pochi giorni ha superato il milione di adesioni, facendo andare in crush il sito....
GIOVEDÌ 21 MARZO 2019, IN TERRIS

May delusa, il Parlamento nel mirino

Discorso alla Nazione della premier: "Chiederò dilazione al 30 giugno. Il ritardo, motivo di profondo rammarico"

REDAZIONE
Theresa May
N
on si farà in tempo con la Brexit, non secondo Theresa May. Nel suo discorso alla Nazione, la premier britannica è stata fin troppo chiara: "I parlamentari non sono stati in grado di trovare un accordo per Brexit. Di conseguenza, non usciremo in tempo con un accordo il 29 marzo. Questo ritardo è motivo di grande dispiacere personale per me". L'ennesima presa d'atto di una delusione, stavolta rivolta agli elettori britannici che, nel 2016, avevano messo...
MERCOLEDÌ 20 MARZO 2019, IN TERRIS

Proroga: Tusk detta le condizioni

Il presidente del Consiglio Ue: "Sì al rinvio solo se arriva l'ok dei Comuni all'accordo"

ALBERTO TUNO
Donald Tusk e Theresa May
U
na proroga è possibile, a patto che sia breve e che la Camera dei comuni approvi l'accordo sulla Brexit. Lo spiraglio aperto dal presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, assicura a Theresa May quel tanto di ossigeno necessario per reimmergersi nelle serrate trattative in patria, per arrivare al sospirato "sì" all'intesa.  Le condizioni  "Oggi - ha esordito - ho ricevuto la lettera del primo ministro May nella quale avanza al Consiglio...
MERCOLEDÌ 20 MARZO 2019, IN TERRIS

Ue pronta al No deal

Fonti europee: "Nessuna richiesta da Bruxelles". May: "Rinvio non sarà lungo"

DANIELE VICE
Manifestanti pro Brexit
L'
Unione europea, sul fronte Brexit, si prepara allo scenario peggiore: quello del no deal.  Nessuna richiesta "Non abbiamo ancora ricevuto la richiesta della Gran Bretagna per una estensione dell'articolo 50" per una proroga di Brexit "in nessuna forma" spiega un funzionario di Bruxelles citato dall'Agi. "Non c'è al momento nessuna richiesta di negoziazione sull'articolo 50. Forse arriverà, forse no. I 27 discuteranno...
MARTEDÌ 19 MARZO 2019, IN TERRIS

Gran Bretagna: disoccupazione ai minimi

Il 76,1% dei britannici ha un'occupazione: tasso record dal 1971. Ma il nodo dell'uscita dall'Ue non si scioglie

REDAZIONE
Cantieri a Londra
M
entre in Parlamento resta congelato il voto sulla Brexit, sul fronte dell'occupazione giungono buone notizie dalla Gran Bretagna. Il tasso di occupazione del 76,1% è il più alto da quando sono iniziate le registrazioni nel 1971. La disoccupazione invece è scesa al di sotto del 4%, per la prima volta dal 1975. Le persone senza un lavoro sono 112mila in meno rispetto a un anno fa, con un tasso di disoccupazione che si attesta precisamente al 3,9%, ben al di...
LUNEDÌ 18 MARZO 2019, IN TERRIS

Non ci sarà un terzo voto sull'accordo May-Ue

Veto dello speaker dei Comuni: "Non ci sono modifiche sostanziali al testo"

EDITH DRISCOLL
Lo speaker John Bercow
N
on ci sarà un terzo voto per la ratifica dell'accordo sulla Brexit. Lo speaker della Camera dei Comuni, John Bercow, ha infatti posto il suo veto alla delibera se il testo non sarà cambiato.  Il no La decisione - che mette in crisi la strategia della premier Tory - è stata annunciata da Bercow dopo una lunga e dettagliata ricostruzione degli avvenimenti recenti (con la doppia pesante bocciatura dello stesso accordo) e dei precedenti regolamentari...
GIOVEDÌ 14 MARZO 2019, IN TERRIS

No al referendum-bis, sì al rinvio

Passa la mozione per chiedere una dilazione di tre mesi. Netta bocciatura della nuova consultazione

MATTIA DAMIANI
Brexit
F
orse era più scontata rispetto al no deal ma, comunque, è arrivata una nuova bocciatura a Westminster, la terza in tre giorni: per la Camera dei Comuni non si farà un secondo referendum sulla Brexit. La conferma è arrivata dopo che l'emendamento trasversale proposto per sciogliere il nodo sull'approvazione del piano d'uscita e richiamare i britannici al voto è stato declinato dalla maggioranza, con 334 voti contrari e appena 85 a favore....
MERCOLEDÌ 13 MARZO 2019, IN TERRIS

Bocciato il no deal, la Brexit è un caso

Westminster esclude un'uscita senza accordo, si va verso il prolungamento. E Corbyn annuncia un accordo trasversale

REDAZIONE
Bandiera europea e del Regno Unito davanti Westminster
S
uccede di tutto a Londra, dove alla bocciatura del piano May è seguita quella del no deal. Per poco, soli 4 voti (312 a 308), decisivi però per rendere ancora più incerto lo scenario della Brexit. In pratica, così come l'ha proposta la premier l'uscita della Gran Bretagna dall'Ue non si farà, ma non si farà nemmeno l'uscita senza accordo, circostanza che invece appariva abbastanza fattibile visto il k.o. numero due rimediato da May e...
NEWS
Il piatto finito
LA RICETTA DEL WEEKEND

Pennette panna e gamberetti: giocare facile a tavola

Bastano pochi ingredienti per realizzare un piatto da consumare da soli o in famiglia
Rafi Eitan
ISRAELE

Addio a Rafi Eitan, catturò Eichmann

La leggenda del Mossad si è spenta a 92 anni. Pose fine alla latitanza dell'ex SS
Italia-Finlandia 2-0. L'esultanza degli Azzurri dopo la rete di Barella
EURO 2020 | QUALIFICAZIONI

La giovane Italia parte forte: Barella-Kean, Finlandia k.o.

Gli Azzurri s'impongono 2-0 alla Dacia Arena. Qualcosa da sistemare ma la strada è giusta. Esordio per Zaniolo
Urna elettorale
REGIONALI

Basilicata al voto: tutto quello che c'è da sapere

In tre sfidano il centrosinistra, che governa ininterrottamente dal 1995
La nave in difficoltà
NORVEGIA

Nave da crociera in avaria al largo della costa

In corso l'evacuazione dei 1.300 passeggeri. Non ci sono i feriti
Ousseynou Sy
TERRORE BUS MILANO

Gip: "Sy deve restare in carcere"

Confermati anche gli altri reati di sequestro di persona, resistenza e incendio