DOMENICA 17 FEBBRAIO 2019, 18:54, IN TERRIS


SERIE A

Regole e polemiche: protagonista è il Var

Furiosa la Spal: gol annullato e rigore alla Fiorentina che poi dilaga. K.o. la Lazio, l'Inter vince senza Icardi

MATTIA DAMIANI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Spal-Fiorentina 1-4. Il rigore di Veretout
Spal-Fiorentina 1-4. Il rigore di Veretout
S

tavolta la storia la fa il Var, al di là di regolamenti, senso logico e buon senso. Perché di norma ciò che è successo al Mazza di Ferrara è ineccepibile: tecnologia che interviene per segnalare un fallo nell'azione precedente a quella appena conclusa, annullando tutto quanto successo da quel momento in poi. Il problema è che, prima di questo, era arrivato il gol che avrebbe potuto dare alla Spal il vantaggio sulla Fiorentina, il 2-1. Niente di tutto questo: il Var dice che nell'azione prima Chiesa aveva subito fallo in area, il gol è annullato, Veretout va dal dischetto e porta avanti i Viola. Situazione ribaltata, partita che spezza il filo della concentrazione per la Spal e goleada finale di una Fiorentina che, a quel punto, viaggiava nelle praterie lasciate da una squadra buttata a capofitto in avanti. Il tutto nella più stretta osservanza delle regole.


La giornata

E' finita 4-1 a Ferrara, con la Fiorentina che torna a vedere l'Europa e la Spal che resta inchiodata a 22 punti, a mangiarsi le mani per quanto accaduto e a inveire contro le regole. Un caso limite naturalmente ma che, in modo non indifferente, ha condizionato la partita non solo ribaltando il risultato ma estromettendo di fatto la Spal dal match visto che, a quel punto, gli estensi erano tutto meno che lucidi per rimettersi in carreggiata. Farà discutere, è inevitabile, nonostante a norma di regole tutto sia trasparente. La dirigenza dei biancazzurri è su tutte le furie, accusa Chiesa di essersi lasciato andare sull'intervento (comunque deciso) di Felipe, mentre i Viola si appellano proprio al vademecum del Var. Situazione complicata. Molto. E comunque la tecnologia è stata decisiava anche a Udine, dove Djordjevic ha atterrato Pussetto con un colpo ritenuto irregolare, mandando Teodorczyk dal dischetto per l'1-0 decisivo (sulla ribattuta). Anche qui proteste.


Lazio e Inter

In zona salvezza lo scatto più importante è dell'Empoli, che supera 3-0 il Sassuolo e mantiene viva la lotta per evitare la B, visto anche il successo in rimonta del Cagliari sul Parma (doppietta decisiva di Pavoletti). Più in alto, va decisamente peggio alla Lazio, in vantaggio a Marassi contro il Genoa (Badelj), poi rimontata da Sanabria e sorpassata dal mancino-capolavoro di Criscito al 93'. Ringrazia l'Inter, che consolida la terza piazza superando per 2-1 la Sampdoria. Senza Icardi, segnano D'Ambrosio e Nainggolan, che rendono inutile il centro di Gabbiadini.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Sea Watch
MIGRANTI

Il comandante della Sea Watch ai pm: "Rifarei tutto"

Arturo Centore, interrogato alla Procura di Agrigento, si sarebbe assunto la piena responsabilità di quanto accaduto
Migranti
GOVERNO

Sicurezza bis, via il riferimento al soccorso dei migranti

Nuova bozza che punta a risolvere le criticità palesate dal Colle. Il Viminale: "Ora l'approvazione"
Manifesto con il volto di Stefano Cucchi
IL PROCESSO

Cucchi, Arma e Difesa chiedono di essere parte civile

Il gip Antonella Minunni si è riservata di decidere. Ilaria Cucchi: "Una cosa senza precedenti"
Incendio doloso alla sede della municipale di Mirandola (MO)
MIRANDOLA

Rogo nella sede dei vigili: due morti. Arrestato un uomo

Le fiamme di origine dolosa: fermato un nordafricano. Salvini: "Azzerare immigrazione clandestina"
Niki Lauda
F1

Lauda, il pilota che capiva la macchina

Un campione discreto, con l'orecchio assoluto per l'automobile
Ambulanza (immagine di repertorio)
MORTI BIANCHE

Piacenza, operaio muore sotto una lastra d'acciaio

La tragedia in un'azienda meccanica, la vittima aveva 68 anni
Isaias Rodriguez
L'ANNUNCIO

Venezuela: si dimette l'ambasciatore in Italia

Il diplomatico ha spiegato la sua decisione in una lettera a Maduro
Don Buonaiuto a
PROSTITUZIONE

Don Buonaiuto: "Basta proteggere gli schiavisti"

Il prete di strada a "Storie Italiane": "Clienti pensano di poter comprare corpi"