L’ Assemblea Capitolita approva il progetto per il nuovo stadio della Roma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:01

Lo stadio della Roma è sempre più realtà. Con 29 voti a favore, 8 contrari  e 3 astenuti l’Assemblea Capitolina ha approvato la delibera sullo Stadio di Tor di Valle riconoscendone il pubblico interesse. Queste sono state le parole del presidente giallorosso Pallotta: “Congratulazioni a tutti i Romani per questo storico giorno per la città e per il Club. Aspettiamo tutti di giocare nel nuovo Stadio delle Roma”.

In una nota la società della Roma fa sapere: “I rappresentanti di Eurnova e Llc esprimono la loro piena soddisfazione per questo importante riconoscimento che testimonia il grande lavoro svolto, negli ultimi due anni e mezzo e in particolare negli scorsi mesi, in collaborazione con il Sindaco Marino e l’amministrazione comunale per lo sviluppo di questo importante progetto per la città di Roma, la società e i tifosi. Grazie ad un team di esperti italiani e internazionali, un investimento diretto di circa 1,2 miliardi di euro, il progetto a capitali privati Stadio della Roma potrà creare un minimo di 3.000 posti di lavoro durante la fase di costruzione e altrettanti (3.000) quando sarà operativo. La proprietà della Roma, Llc e i rappresentanti di Eurnova esprimono la loro soddisfazione per questo importante risultato a conferma del grande impegno nei confronti dell’economia italiana, per rendere lo stadio della Roma un progetto in grado di accendere lo spirito e l’energia di una grande città come Roma e dei suoi cittadini”.

“Ringraziamo il Sindaco Marino e tutta l’Amministrazione del Comune di Roma – ha detto Mark Pannes, CEO di Stadio della Roma – per il costante dialogo, le tempistiche e la trasparenza, confermando l’impegno a collaborare con le istituzioni in vista dell’iter amministrativo presso la Regione Lazio. Accogliamo pienamente questa opportunità confermiamo il nostro completo e continuo impegno a portare avanti questo progetto”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.