Cuori e Var: Juve sul gong, Roma col poker

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:26

Un altro turno di campionato contrassegnato da profondi ed evidenti singhiozzi della classe arbitrale. Così non Var, grida forte il calcio italiano. Così, non si può andare avanti. Anche questa settimana si parla solo di errori, grossolani e pesanti. Lo grida forte Napoli, privata di una vittoria solare contro l'Atalanta per una clamorosa svista di Giacomelli, lo grida Roma, quella giallorossa, che a Udine, poco dopo la mezz'ora del primo tempo, si è vista privare del suo centrale Fazio per un fallo su Okaka. Spalla contro spalla, il giocatore bianconero va giù e Irrati non ci pensa un attimo ad estrarre il rosso per chiara occasione da gol, che in effetti non era visto che Fazio era in vantaggio sullo stesso Okaka. Decisione che il Var non corregge e Roma in dieci per oltre un'ora di gioco.

Rabbia Napoli, Roma eroica

Autentica beffa per il Napoli. Calcio spettacolo al San Paolo tra Napoli e Atalanta, con tante occasioni, ma alla fine decidono Giacomelli e Banti al Var che, sul 2-1 azzurro, non vedono un solare rigore su Llorente, innescando indirettamente il successivo contropiede con cui Ilicic firma il 2-2 beffa che frena ulteriormente la rincorsa del Napoli. Due punti persi per gli Azzurri, conferma per l'Atalanta. Alla Dacia Arena, altro scempio arbitrale, stavolta senza danni sul risultato visto che la Roma spazza via l'Udinese (4-0 il finale) ma perde fazio per una incredibile quanto assurda espulsione. In Friuli la decidono Zaniolo, Smalling, Kluivert e Kolarov, ma pesa tantissimo il rosso a Fazio che priverà Fonseca, sabato prossimo contro il Napoli, di un altro calciatore che va ad aggiungersi alla lista degli indisponibili. Match stradominato dai giallorossi (1-0 all'intervallo), trasformati nella ripresa. Nonostante l'uomo in meno, la Roma ha sciorinato calcio champagne e annientato l'Udinese. Vittoria che vale il quarto posto solitario.

Juve, Lazio e le altre

Solo in pieno recupero la Juve batte allo Stadium il Genoa (2-1) grazie ad un rigore di Cristiano Ronaldo al settimo minuto di recupero. Beffa per il generoso Genoa che pure aveva tenuto in scacco i bianconeri per tutta la gara. Successo roboante anche per la Lazio che schiaccia un piccolo Toro (4-0) con doppietta di Immobile e altrettanto robusta la vittoria del cagliari che s'impone per 3-1 sul Bologna. La Fiorentina si riprende dopo il ko con la Lazio e passa a Reggio Emilia contro il Sassuolo pee 2-1, mentre solo in pieno recupero la Samp di Ranieri riprende il Lecce. Lapadula aveva illuso i salentini, Ramirez al 92' ha regalato un mezzo sorriso al tecnico romano.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.