Santo del giorno - SAN LORENZO DA BRINDISI, sacerdote e dottore della Chiesa

San Lorenzo da Brindisi, sacerdote e dottore della Chiesa. Giulio Cesare Russo (questo era il suo vero nome), nacque a Brindisi, sul luogo in cui egli stesso volle che sorgesse la chiesa intitolata a Santa Maria degli Angeli, il 22 luglio 1559, da Guglielmo Russo ed Elisabetta Masella. Perse il padre da bambino e la madre che era appena adolescente. A 14 anni fu costretto a trasferirsi a Venezia da uno zio sacerdote, dove proseguì gli studi e maturò la vocazione all'Ordine dei Minori Cappuccini. Assunse il nome di Lorenzo e il 18 dicembre 1582 divenne sacerdote. Nel 1602 fu eletto Vicario generale. Nel 1618, sentendosi prossimo alla fine, voleva tornare a Brindisi, ma i nobili napoletani lo convinsero a recarsi dal re di Spagna Filippo III, per esporre le malversazioni di cui erano vittime per colpa del viceré spagnolo Pietro Giron, duca di Osuna. Il 22 luglio 1619 padre Lorenzo morì a Lisbona, forse avvelenato. Fu beatificato nel 1783 da Pio VI; canonizzato nel 1881 da Leone XIII; proclamato dottore della Chiesa, col titolo di "doctor apostolicus", nel 1959 da Giovanni XXIII.

CURIOSITÀÈ ricordato anche per la sua straordinaria conoscenza della Bibbia nelle tre lingue originali e per la sua fede eucaristica, che lo portava a celebrare sempre la Messa per ore, nonostante le sue molteplici attività.

Accadde oggi

21 Luglio

1832 – Con il Trattato di Costantinopoli, l’Impero Ottomano accetta i termini della Convenzione di Londra: la Grecia diviene indipendente

1969 – Alle ore 2:56 UTC, Neil Armstrong compie il primo passo dell'uomo sulla Luna

1970 – Dopo 11 anni di costruzione, la diga di Assuan in Egitto viene completata

Frase del giorno

"Là fuori, oltre a ciò che è giusto e a ciò che è sbagliato, esiste un campo immenso. Ci incontreremo lì" (Jalaluddin Rumi)