Santo del giorno - SAN DAMASO I

San Damaso I, papa, che, nelle difficoltà dei suoi tempi, convocò molti sinodi per difendere la fede nicena contro gli scismi e le eresie. Spagnolo di origine, ma probabilmente nato a Roma, Damaso divenne Papa nel 366 d.C., dopo la pace costantiniana. Si adoperò affinché la catacombe non cadessero in rovina e non fosse perduta la memoria dei martiri. Man mano che ne rintracciava le tombe, le ornava di poetiche epigrafi di sua composizione, i cosiddetti Carmina; se ora conosciamo il nome e qualche cosa della vita di tanti martiri lo si deve proprio a papa Damaso.

Ma non fu solo archeologo e letterato, agì con fermezza di fronte al rappresentante del potere civile, l'imperatore, e commissionò a san Girolamo la traduzione in latino della Bibbia. Quest'ultimo parla sovente nelle sue opere di san Damaso facendo risaltare soprattutto gli aiuti e gli incoraggiamenti che ricevette da lui.

Nel 382 d.C. al Concilio di Roma papa Damaso definì con il "De explanatione fidei" (o Decreto di Damaso) l'elenco dei libri divinamente ispirati, la prima opera ufficiale di stampo papale in cui è presente il canone della Bibbia cattolica come lo conosciamo oggi. Tale decreto viene ripreso anche in altre opere come il "Decretum Gelasianum". Morì nel 384 d.C.

Accadde oggi

11 Dicembre

1946 – Viene fondato l'UNICEF (Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia)

1991 – Nasce a Maastricht l'Unione europea

Frase del giorno

Provare invidia è umano, assaporare la gioia per il danno altrui è diabolico (Arthur Schopenhauer)

Il Santo di domani: SAN MARCO, Evangelista