Pasta fredda: evitiamo le sudate

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:00

Immaginate un piatto di pasta ben condito da consumare a pranzo con trenta e passa gradi di temperatura esterna. Il condizionatore non vi salverà dalla fisiologica sudata durante la digestione, che finirà con l'aggravare il senso di fiacchezza prodotto dal gran caldo. Ecco che, allora, le paste fredde possono diventare la soluzione ideale: sono veloci, fresche, buone e facilmente digeribili. Le variabili sono pressoché infinite. In questa occasione ve ne proponiamo una che fa della mozzarella il suo ingrediente principe. 

Ingredienti (per 4 persone) 

Pasta corta (penne o fusilli sono le migliori) – 250 g

Una mozzarella di bufala  – 300 g

Olive nere denocciolate – 50 g

Olive verdi farcite – 50 g

Pomodoro – 1

Peperone giallo – 1

Cipolla piccola – 1

Olio extravergine d'oliva – qb

Limone – qb

Sale – qb

Pepe – qb

Preparazione

Fate lessare la pasta in acqua bollente e salata. Intanto scottate il peperone sulla fiamma per abbrustolire la pellicola esterna che asporterete sotto l'acqua corrente. Mondate il peperone e tagliatelo a quadretti. Tagliate la mozzarella a fette alte e riducetele a cubetti. Tagliate a quadretti anche il pomodoro (utilizzate solo la parte esterna e scartate la polpa interna e i semi). Sbucciate e affettate la cipollina add anelli sottili. Scolate la pasta e fatela raffreddare sotto l'acqua corrente per quale istante. Mettetela in una terrina con tutti gli ingredienti preparati, mescolate con 4/5 cucchiai di olio evo, il succo di mezzo limone e una manciate di pepe. Mescolate, impiattate e servite.

Buon appetito 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.