Anagrafe lumaca: accordo per velocizzarla

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:57

Due/tre mesi di attesa per una carta d'identità sono decisamente troppi. Succede a Roma da qualche tempo a questa parte e il Comune, ora, prova a rimediare. E' stato infatti siglato un accordo con i sindacati per velocizzare i servizi anagrafici. 

L'annuncio

L'obiettivo, spiega il Campidoglio sul proprio portale istituzionale, è quello di superare le attuali criticità. L’accordo, frutto anche di un confronto con i presidenti e i direttori di Municipio che si è articolato in più incontri, prevede di affiancare alle misure già avviate da parte dell’amministrazione interventi specifici di riorganizzazione. Finalità di questi ultimi: garantire nei pomeriggi di apertura al pubblico l’operatività dello stesso numero di sportelli attivi la mattina; far sì che sia previsto un congruo numero di postazioni dedicate al rilascio della carta d'identità elettronica (Cie); dare priorità, nel prossimo piano assunzioni, alle assegnazioni di nuovo personale ai servizi anagrafici.

Nuovi orari

Per effetto dell’accordo, l’apertura degli sportelli anagrafici sarà prevista il pomeriggio nelle giornate di martedì e giovedì, con la stessa disponibilità oraria attuale di sportelli aperti, grazie all’ottimizzazione dell’organico esistente. La misura sarà attiva dal prossimo 1° ottobre e tutti i cittadini che hanno già prenotato per i giorni di lunedì e mercoledì saranno contattati per rimodulare gli appuntamenti secondo il nuovo orario.

L'assessora

“Le misure dell’accordo si affiancano in modo molto significativo alle azioni già in atto da parte dell’amministrazione – ha spiegato l’assessora a Roma Semplice Flavia Marzano – come l’adesione al sistema di prenotazione AgendaCie del ministero dell’Interno e l’accordo con il ministero per l’acquisizione da parte di Roma Capitale di ulteriori postazioni Cie, il subentro all’Anagrafe Nazionale della popolazione residente, il completamento dell’installazione dei pos negli uffici per l’abbandono del contante, gli interventi specifici che stiamo formalizzando per incentivare l’utilizzo delle certificazioni online. Abbiamo definito, così, un piano articolato e solido in grado di incidere in modo strutturale sul miglioramento dei servizi ai cittadini tenendo conto delle adeguate condizioni di lavoro del personale. Ringrazio, oltre le organizzazioni sindacali, anche i presidenti e i direttori e tutti i Dipartimenti che hanno collaborato per questo risultato”.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.