Come fare i carciofini sott’olio: arricchiamo la nostra dispensa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:09
carciofini

Vi piacciono i carciofini sott’olio? Ecco allora come prepararli in casa. Un modo semplice e veloce per arricchire la nostra dispensa e avere la possibilità di gustare queste prelibatezze anche fuori stagione. Non è una preparazione complicata, ma bisogna avere alcune accortezze. Innanzitutto, per pulire i carciofi utilizzate dei guanti altrimenti si macchieranno le dita e le unghie. Per evitare che si anneriscano, immergeteli in acqua e limone prima di cucinarli. Usate un buon olio extravergine di oliva, ne guadagnerete in sapore. I vasetti di vetro in cui li conserverete devono essere sterilizzati: io di solito li faccio bollire in una pentola. Si possono sterilizzare anche in microonde: lavateli con acqua e sapone, sciacquateli bene, poi senza asciugarli metteteli nel microonde e fate girare alla massima potenza per almeno un minuto. Attenzione, tirateli fuori con una presina per non bruciarvi. Utilizzate dei tappi nuovi, mai quelli usati. Ma vediamo ora la ricetta e quali ingredienti sono necessari per preparare questa golosità.

Ingredienti

  • 300 carciofini
  • 2 litri di aceto bianco
  • sale
  • 3 limoni
  • olio extravergine di oliva

Procedimento

Preparate una ciotola capiente con acqua fredda dove metterete il succo di due limoni. Iniziate a pulire i carciofini: togliete i gambi, privateli delle foglie esterne che sono più dure e spuntateli leggermente. Immergeteli nell’acqua e limone per evitare che anneriscano.

In una pentola bella grande versate i due litri di aceto con una spruzzata di limone e un pizzico di sale. Fate bollire e poi cuocete i carciofini per circa 5 minuti. Mi raccomando, non gettateli tutti insieme, ma divideteli in quattro volte.

Su una tavola di legno mettete una vecchia tovaglia dove asciugherete i vostri carciofini. Quando saranno ben asciutti, uno ad uno, disponeteli a testa in giù in dei vasi di vetro, premendoli leggermente. Coprite con l’olio extra vergine di oliva.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.