Covid, il piano per vaccinazione over 60: le linee guida

La platea è stimata in circa 12 milioni ai quali sottrarre chi sarà guarito. Coinvolgere presidi ospedalieri, case della salute, medici di medicina generale e farmacie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:29

Un hub vaccinale ogni 50.000 abitanti, integrati da altri punti vaccinali presso strutture sanitarie stanziali come presidi ospedalieri, case della salute, medici di medicina generale e farmacie. Questo uno dei passaggi delle linee di indirizzo, dopo la circolare del ministero della Salute, sull’estensione della platea vaccinale agli over 60 destinataria della seconda dose di richiamo nell’ambito della campagna di vaccinazione anti Sars-CoV-2/Covid-19, inviate alle Regioni dal generale Tommaso Petroni, direttore Unità completamento campagna vaccinale. La platea è stimata in circa 12 milioni ai quali sottrarre chi sarà guarito.

Come completare il piano del secondo richiamo vaccinale

Per completare il piano del secondo richiamo del vaccino anti-Covid per gli over 60, e tenuto conto della platea indicata, “si invitano le Regioni e le Province Autonome a porre in essere una organizzazione dedicata” per raggiungere un target nazionale di somministrazioni giornaliere “che dovrebbe attestarsi almeno alle 100.000 dosi, valutando poi l’evoluzione del quadro epidemiologico e le eventuali ulteriori indicazioni delle autorità sanitarie italiane ed europee”, scrive Tommaso Petroni, direttore Unità completamento campagna vaccinale, nelle linee di indirizzo.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.