Conte bis: Salvini non andrà alle consultazioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:51

Matteo Salvini non parteciperà alle consultazioni con il premier incaricato Giuseppe Conte. A riferire la notizia è l'Ansa che cita fonti del partito. La delegazione della Lega, domani alle 10.30, si presenterà da Conte senza il suo leader. 

Salvini annuncia una manifestazione di piazza

“Per il Pd 'prima le poltrone', sempre. Per noi 'prima gli italiani', sempre. Forza Amici, non potranno scappare dal voto all'infinito: io sono pronto e determinato come non mai, conto su di voi!”. Con queste parole, il leader della Lega, Matteo Salvini, in un post sulla piattaforma social di Zuckerberg, ha accompagnato la diretta Facebook durante la quale ha annunciato una manifestazione di piazza contro il governo M5s-Pd. “Il 19 ottobre a Roma grande giornata di orgoglio italiano – ha detto Salvini -. Sarà la giornata dell'orgoglio della maggioranza operosa, che non va a fare casino ma che vuole un governo che non nasce la notte a Parigi o Bruxelles e che per questo viene ricompensato”. “Sarò orgoglioso di guidare, per i mesi necessari, l'opposizione nei palazzi che è maggioranza in Parlamento”, ha aggiunto il leader della Lega. “Possono scappare per qualche mese o qualche anno ma alla fine ci troveranno pronti, torneremo più attrezzati e vogliosi di prima. E prima o poi gli italiani il conto lo presenteranno. La Lega giochini di palazzo non ne fa“. “Faremo per qualche mese una sana onesta e positiva opposizione poi si torna a vincere – ha aggiunto – questa è la democrazia”.

L'addio al Viminale

Ho salutato centinaia di dipendenti del ministero dell'Interno. Ho visto delle lacrime e ho chiesto di trasformarle in sorrisi ma capisco la rabbia. Mi hanno toccato, mi hanno segnato”. Lo ha detto il ministro dell'Interno, riferendo anche di avere ricevuto messaggi da “poliziotti, vigili del fuoco, quelli della penitenziaria. Mi hanno scritto: 'lei sarà comunque sempre il nostro ministro'”.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.