Formigoni: disposto il sequestro di 5 milioni di euro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:44

Acinque giorni dalla sentenza d’appello nel processo penale per la vicenda Maugeri, la Procura della Corte dei Conti della Lombardia ha disposto il sequestro di 5 milioni di euro – compresi vitalizi e pensione – a carico dell’ex governatore della Regione Roberto Formigoni – presidente della regione Lombardiadal 1995 al 2013 – per il “gravissimo sistema illecito di storno di denari pubblici a fini privati” che ha trovato “ampi riscontri, oltre ogni ragionevole dubbio” nelle indagini sul caso Maugeri.

Inoltre, convalidato il sequestro di 4 milioni a Umberto Maugeri, ex presidente della Fondazione, di 4 milioni all'ex direttore finanziario Costantino Passerino e di 10 milioni a testa a Pierangelo Daccò e all'ex assessore regionale Antonio Simone.

E' quanto deciso dal giudice Vito Tenore con un provvedimento nel quale si accoglie la ricostruzione dei pm Antonino Grasso e Alessandro Napoli, guidati da Salvatore Pilato, che hanno contestato ai principali protagonisti della vicenda giudiziaria un danno erariale di circa 60 milioni di euro e, di conseguenza, hanno firmato provvedimenti cautelari bloccando le quote del presunto profitto realizzate da ciascuno per un totale di 30 milioni.

   

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.